Strane letture in rete – il VHEMT

Scritto da: il 20.07.08
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

Logo @Vhemt.orgLeggere non vuol dire necessariamente aprire un libro. Soprattutto col proliferare di blog e loro trasposizioni cartacee. La domenica di solito la dedico all’esplorazione del web e voglio condividere una chicca con voi, benché di carattere piuttosto stravagante, e certamente non da tutti condivisibile.

Parlo del VHEMT, acronimo per Voluntary Human Extinction Movement ovvero Movimento per l’Estinzione Umana Volontaria. Non si tratta di una forma subdola di nazismo o di teorie di sterminio. Il cardine del movimento è quel Volontario messo in prima posizione. Non si parla di distruzione di massa ma di riduzione di massa.

I volontari del movimento postulano che l’umanità, per la direzione che ha dato alle proprie attività, è più un danno che una risorsa per l’ecosistema terrestre, il che a mio parere è sacrosanto. Per ridurre il danno al minimo è richiesto un ridimensionamento della popolazione umana, in termini di ecosostenibilità una decrescita, insomma. Non una crescita negativa o zero, ma un’inversione della tendenza alla crescita.

Ovvero, riprodursi il meno possibile, anzi se possibile non riprodursi. Si può essere più o meno d’accordo, e non sono qui per stabilire quanto sia giusto, etico, morale. Condivido questa voce perché di sermoni con “andate e moltiplicatevi” ne ho sentiti davvero molti, ma finora non avevo mai sentito nessuno dire il contrario.

Vi trascrivo una parte del sito sulla presunta storia del movimento:

Quando gli esseri umani dell’Era Glaciale cacciavano animali fino all’estinzione, almeno uno di loro deve avere brontolato con disappunto. Quando la Mezzaluna Fertile divenne un deserto e i Cedri del Libano furono sacrificati per costruire dei templi, qualcuno deve aver pensato «Questo è un cattivo presagio». Quando i Romani tenevano in piedi il loro impero estraendo risorse da zone prossime e remote, sicuramente qualcuno avrà osservato «Humanus non gratis» o qualcosa di simile. Qualcuno deve essersi reso conto che il pianeta sarebbe stato meglio senza la nostra orda affaccendata.

  • Mushin

    Pazzesco! :D
    Be’ in Cina ci ha provato il governo in modo coattivo, ed i risultati sono stati aberranti.

    Anche ponendola su un piano volontaristico, difficilmente si potrebbe produrre un risultato apprezzabile. In realtà ci riflettevo ieri: il successo ci ucciderà.

    La capacità di aver raggiunto livelli di scala incredibili cme razza, ci sta condannando. E dal successo non si torna indietro. Si va solo avanti, verso il reset. Molto tao.

  • http://gattirandagi.ilcannocchiale.it max vicius
  • http://gattirandagi.ilcannocchiale.it max vicius
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple