Me parlare donna un giorno

Scritto da: il 07.06.09
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

Vi è mai successo, nel corso di una relazione, di avere come l’impressione che il vostro partner non capisse una singola parola di quello che intendevate dire? Di condividere i pensieri con gli amici/le amiche del vostro stesso sesso senza faticare ma non riuscire a far passare un semplice concetto dalla vostra testa a quella del vostro compagno/compagna?

Ispirato quasi certamente al libro Me parlare bello un giorno, nasce un blog, Me parlare donna un giorno, che si occupa proprio di queste difficoltà comunicative tra i due sessi, partendo dal presupposto che sono effettivamente differenze reali e tangibili nel modo di strutturare lingua e pensiero. Questo dice Giulia Blasi, che si occupa appunto di impartire pratiche lezioni di traduzione tra le due lingue fondamentali, fornendo esempi pratici di dialoghi corretti e scorretti.

Il punto della questione è che esiste un limite della comunicazione fra maschio e femmina, e quel limite è la cultura di appartenenza. Il vocabolario è lo stesso, ma il senso delle parole può essere radicalmente diverso a seconda del genere di chi le pronuncia. La cultura maschile, da sempre dominante in società, ha caratteristiche di direttezza e semplicità che non sono proprie della cultura femminile, da sempre avvezza alla discrezione. Una donna viene educata a suggerire, mai a dire: il linguaggio di una donna è un gioco di sponda, che tiene conto del contesto, dei precedenti, dei conseguenti, del tempo, della quadratura di Saturno, dell’indice Dow Jones e della salute di Steve Jobs.

Da leggere rigorosamente in coppia, per riuscire a ridere sui propri vizi e sui tic. Valido sia per gli uomini, sia per le donne, comunque: sono convinta che si rispecchieranno esattamente in gran parte delle situazioni raccontate con brio e leggerezza dalla Blasi.

E, se aveste qualche dubbio, potrete sempre lasciare una domanda alla docente, sarà ben felice di trarne una nuova lezione.

  • http://www.bosina.net Bosina

    Posso dirti la verità, Livia?
    A me capita spesso di parlare con altre donne senza riuscire a capire cosa dicono o a farmi capire da loro.
    Il libro che suggerisci dev’essere molto interessante però io ho molto più problemi di comunicazione col mio stesso sesso che con mio marito o i miei figli maschi…
    Quest’anno ho rotto con due amiche “reali” -erano mamme di due amici di mio figlio – e mi sonor esa conto che non avevo capito un tubo di quel che mi dicevano: ho riletto tutto d’un fiato e ho capito solo in fondo…
    Ci pensavo proprio stamattina.
    Ieri ho avuto modo di parlare con molte donne, madri di compagni di mio figlio.
    Non ce n’è una con cui abbia comunicato, io per prima, con sincerità.

  • http://www.bosina.net Bosina

    Posso dirti la verità, Livia?
    A me capita spesso di parlare con altre donne senza riuscire a capire cosa dicono o a farmi capire da loro.
    Il libro che suggerisci dev’essere molto interessante però io ho molto più problemi di comunicazione col mio stesso sesso che con mio marito o i miei figli maschi…
    Quest’anno ho rotto con due amiche “reali” -erano mamme di due amici di mio figlio – e mi sonor esa conto che non avevo capito un tubo di quel che mi dicevano: ho riletto tutto d’un fiato e ho capito solo in fondo…
    Ci pensavo proprio stamattina.
    Ieri ho avuto modo di parlare con molte donne, madri di compagni di mio figlio.
    Non ce n’è una con cui abbia comunicato, io per prima, con sincerità.

  • http://wdsucks.altervista.org/ izzy

    Divertente come blog. Anche se temo che a lungo andare rischierà di diventare ripetitivo.

  • http://wdsucks.altervista.org/ izzy

    Divertente come blog. Anche se temo che a lungo andare rischierà di diventare ripetitivo.

  • http://liblog.blogdo.net Livia

    @Bosina:
    Non è un libro, è un blog quello di cui parlo oggi, ed è in chiave totalmente ironica. Mi spiace per la tua esperienza di rottura, ma la comunicazione è anche questo: un mescolarsi di livelli e maschere.
    @Izzy: il rischio c’è, ma non per questo bisogna guastarsi sin d’ora la lettura pensando a un’evenienza possibile. Bicchiere mezzo pieno, per una volta?

  • http://liblog.blogdo.net Livia

    @Bosina:
    Non è un libro, è un blog quello di cui parlo oggi, ed è in chiave totalmente ironica. Mi spiace per la tua esperienza di rottura, ma la comunicazione è anche questo: un mescolarsi di livelli e maschere.
    @Izzy: il rischio c’è, ma non per questo bisogna guastarsi sin d’ora la lettura pensando a un’evenienza possibile. Bicchiere mezzo pieno, per una volta?

  • Sfranz

    Be’ di cio che dici nulla di nuovo! Mi fa venir im mente quella poesia di Eliot (non ricordo esattamente il titolo mi pare Prufrock’s love song che eè tutt’altro che seria anzi è appunto ironica e dice in mirabili versi giusto quello che hai trovato tu sul blog. Ciao Stefano

  • Sfranz

    Be’ di cio che dici nulla di nuovo! Mi fa venir im mente quella poesia di Eliot (non ricordo esattamente il titolo mi pare Prufrock’s love song che eè tutt’altro che seria anzi è appunto ironica e dice in mirabili versi giusto quello che hai trovato tu sul blog. Ciao Stefano

  • http://www.bosina.net Bosina

    Livia ha scritto:

    Non è un libro, è un blog quello di cui parlo oggi…

    Si conferma la mia teoria :-))

    Un abbraccio

  • http://www.bosina.net Bosina

    Livia ha scritto:

    Non è un libro, è un blog quello di cui parlo oggi…

    Si conferma la mia teoria :-))

    Un abbraccio

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple