Oddio! Mia moglie è incinta!, Martinez Asensio

Scritto da: il 06.07.09
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

Oddio! Mia moglie è incinta! Antonio Martines AsensioSul periodo della gravidanza sono stati scritti infiniti trattati, manuali, libri, consigli. Da autorevoli psicologi, neonatologi, da zie, amiche, parenti, questi libri inseguono le donne fin dalle primissime settimane della gestazione. E gli uomini? Quella metà di corredo genetico di loro competenza veniva tralasciata, fino ad oggi.

Antonio Martinez Asensio infatti si rivolge, col suo Oddio! Mia moglie è incinta!, ai (futuri) padri, compartecipi sempre in secondo piano del miracolo della nascita. Come si può facilmente intuire dal titolo, però, il suo manualetto affronta l’argomento con piglio decisamente scanzonato, con levità e brio, necessari per sopportare tutte le fasi di queste famose 38 settimane.

Il libro è diviso in fasi, esattamente come una gravidanza. Dal momento della scoperta si passa ad analizzare ogni trimestre fino al momento clou, il parto.  È più che altro un prontuario di sopravvivenza, che spiega come essere partecipi della gioia familiare senza far troppi danni.

Spiega senza nascondere nulla la quotidianità, il cambiamento del rapporto uomo-donna, anche sotto il punto di vista sessuale, il progressivo slittamento delle attenzioni sulla gestante e sul bambino che sta per arrivare, gli sbalzi d’umore e le paure; e il punto di vista paterno di Asensio in questo caso è una scoperta e un arricchimento, pieno di autoironia.

Come tutti i manuali ben fatti sfata anche molti miti, da quelli sul sesso del bambino a quelli sulla gestione del dolore durante il parto, passando per il non trascurabile argomento delle voglie alimentari. In compenso offre molti interessanti scorci sull’opinione che un uomo ha riguardo ai corsi preparatori, alle decorazioni e a tutto quel mondo di apparente frivolezza che circonda la maternità.

L’unico tratto più emozionato (ed emozionante) è il capitolo sul parto, che effettivamente sancisce la paternità: l’autore ripercorre il momento in cui ha provato per la prima volta quella commistione di sentimenti, paura, gioia, orgoglio, protezione, che non lo hanno più abbandonato e che ne hanno fatto un padre.

Non so e non posso sapere, non appartenendo al genere maschile, se questo libro è effettivamente utile quanto sembri a me: so che, come donna, mi ha fatto immaginare quei nove mesi visti da dietro un vetro, così come dev’essere per un uomo; e lo ha fatto con garbo e con una scrittura leggera e divertente, diretta.

Da leggere insieme alla propria moglie quando si sta per entrare in quelle fatidiche settimane o quando sono già passate, per sentirsi in compagnia nel grande club dei padri.

  • http://www.bosina.net Bosina

    Lo terrò presente per la sesta gravidanza ;-)
    Un bacione e buon inizio di settimana
    Laura

  • http://www.bosina.net Bosina

    Lo terrò presente per la sesta gravidanza ;-)
    Un bacione e buon inizio di settimana
    Laura

  • http://www.canidacuccia.it Ignax

    Il libro è divertente e molto utile non solo per i futuri papà o futuri papàbili, ma credo possa essere divertente per chi papà già lo è stato.
    Un bravo particolare va ancora una volta ad Aisara

  • http://www.canidacuccia.it Ignax

    Il libro è divertente e molto utile non solo per i futuri papà o futuri papàbili, ma credo possa essere divertente per chi papà già lo è stato.
    Un bravo particolare va ancora una volta ad Aisara

  • Noe

    IO LO VOGLIO!!!
    -sguardo famelico-.

    L’ho visto in casa di Livia, è un’edizione troppo bellina, con delle bellissime immagini e un formato gradevole.

    Poi sembra interessante, un bel cambio di prospettiva; se da un lato offre agli uomini la loro “parte” in questa storia, dall’altra offre a noi donne la possibilità di comprendere quell’altra parte.

    Lo voglio, lo voglio, lo vogliooo!

  • Noe

    IO LO VOGLIO!!!
    -sguardo famelico-.

    L’ho visto in casa di Livia, è un’edizione troppo bellina, con delle bellissime immagini e un formato gradevole.

    Poi sembra interessante, un bel cambio di prospettiva; se da un lato offre agli uomini la loro “parte” in questa storia, dall’altra offre a noi donne la possibilità di comprendere quell’altra parte.

    Lo voglio, lo voglio, lo vogliooo!

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple