Dispositivi semantici, Biuso

Scritto da: il 19.10.08
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

dispositivi semanticiAnche se non faccio più parte della società VME mi interessa sempre seguire gli sviluppi e le nuove uscite. Così ho ricevuto il pdf di questo interessante saggio, Dispositivi semantici, scritto dal prof. Alberto Giovanni Biuso, che ho avuto il piacere e l’onore di conoscere personalmente.

Ritengo non esista essere umano sulla terra che non si sia chiesto, prima o poi nella vita, quale sia il meccanismo che regola la nostra mente, che la fa “funzionare” e che ci permette di pensare, e di pensarci come corpo. E qualcuno si sarà anche chiesto cosa sia il pensiero e che relazioni abbia proprio con la nostra corporeità.

Sono esattamente queste le domande a cui Biuso vuole dare risposta, attraverso un itinerario nella filosofia della mente che affronta sia i dati prettamente storici sia quelli teorici per cercare il proprio paradigma.

Lungo i cinque capitoli in cui è suddiviso il libro l’autore tratta la connessione tra corporeità e pensiero, tra enti, eventi e processi, come già anticipa l’introduzione. Ammetto che alcuni punti non mi sono chiari, perché non possiedo gli strumenti adatti, né le conoscenze filosofiche.

Essendo un testo tecnico è prevedibile che necessiti di alcune competenze di base per essere compreso in toto. Resta godibile però anche dai profani, che, come me, troveranno spunti diversi per le loro riflessioni, o una nuova prospettiva da cui rivedere le proprie domande.

Non posso dir nulla sull’edizione cartacea, perché ancora non la possiedo, ma il contenuto, beh, quello prescinde dall’estetica della pubblicazione. Ed è un contenuto interessante, stimolante, intelligente, sia per i filosofi, sia per tutti noi altri.

  • http://gattirandagi.ilcannocchiale.it max vicius

    Nella mia lista dei desideri

  • http://gattirandagi.ilcannocchiale.it max vicius

    Nella mia lista dei desideri

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple