Canzoniere delle pippe, Sottile

Scritto da: il 29.10.08
Articolo scritto da . Femmina di appena trent'anni, portati per altro divinamente, vive tra topolinia e paperopoli, sognando il paese di Alice. Da bambina si esercitava a leggere con ogni cosa stampata le passasse di fronte, soprattutto i cartelloni pubblicitari e le insegne dei negozi per strada. Oggi è ancora una lettrice accanita, soprattutto di romanzi e fumetti e tutto ciò che vuole fare nella vita è solo questo. Probabilmente un giorno ci riuscirà. Per il momento si accontenta di scrivere ogni tanto su Liblog.

Canzoniere delle Pippe, SottileSono felicissima di potervi parlare di questo libro. Perché lo aspettavo da tempo, perché mi è piaciuto molto, perché conosco l’autore e perché dentro ci trovate anche un pezzettino (piccolissimo) di me.

Filippo Sottile, 30 anni, di genitori siciliani ma nato e cresciuto in provincia di Torino, ha quell’accento tipico dei figli degli emigrati, un po’ siculo un po’ piemontese, lo sguardo dolce e furbo di chi nella vita vorrebbe campare d’arte e sa che un giorno ci riuscirà. Lui è uno che scrive (di teatro e di poesia) recita, canta, fa ridere e fa piangere. Lui, secondo me, è proprio bravo.

Esce in libreria con il suo primo titolo: Canzoniere delle pippe, una raccolta di poesie, rigorosamente in rima,  “per chi cerca le carezze e da solo se le fa”, una sorta di filastrocche licenziose che hanno come tema l’amore, il sesso e le femmine.

Non solo: ci sono anche piccoli spezzoni di sicilianità dentro il libro, come ad esempio nella poesia Compagni di merende, in cui i protagonisti sono i maggiori autori siciliani d’altri tempi che dissertano sulla mascolinità sicula e intere frasi in dialetto (con traduzione in nota, naturalmente).

Ciò che l’autore fa non è altro che giocare con le parole; in questo modo è in grado di creare un mondo in cui il sesso è spassoso e pittoresco e le donne sono descritte con lo sguardo di un bambino che sta rubando la marmellata.

In un capitolo intitolato proprio Le Femmine sono raccolte le poesie dedicate alle lettrici del suo blog (ai tempi ospitato sulla piattaforma splinder, oggi invece lo trovate digitando filippo sottile). Infatti ci fu un periodo in cui Filippo si inventò le poesie zozze su misura, un servizio per tutte quelle blogger che ne facevano richiesta.

Nacquero così queste dediche che Filippo scriveva senza aver mai incontrato dal vivo le sue muse ispiratrici. Ci sono anche io lì in mezzo… non vi dico dove, dovete trovarmi voi!

Un libro consigliato a chi come me non va tanto d’accordo con la poesia: ci si riesce a fare la pace.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple