Parola di Vecchiotti

Scritto da: il 11.03.09
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

Insomma ci avrete fatto caso che, in un panorama culturale pieno di grandi fratelli, talpe e fattorie, nessuno si è mai sognato di lanciare un reality sulla letteratura? Credetemi: non tira proprio, in termini di audience, la narrativa.
Pensate davvero che sia un caso, se quella volpona di Maria De Filippi ha creato la scuola di canto e ballo ma non si è mai nemmeno lontanamente sognata di condurre “Amici di penna”?

Daniele Vecchiotti sul suo blog

  • Noe

    Nessuno mi crederà, ma facevo la stessa riflessione proprio ieri.
    Anche se, più che alla De Filippi, pensavo ad un programma condotto da Fazio e dalla Littizzetto.
    Intendiamoci.
    Se fanno “Amici di Penna” e sono Amici di Maria De Filippi io smetto di leggere per protesta.
    :-D

    La cosa che i produttori non capiscono, l’idea che stenta a passare, è che un programma con i libri non deve per forza essere una noia mortale.
    Si potrebbero anche scegliere libri soft.
    Si potrebbe anche fare una cornice tipo reality, con giochi, sfide, scherzi.

    Si restituirebbe al libro una dimensione ludica, si creerebbe un programma intelligente, si avvicinerebbe tanta gente alla lettura.

    Si potrebbe anche fare un programma gestito da tanti vip. Non crederò mai che nessuno di loro ha mai letto dei libri. Ci saranno quelli che non amano leggere, e quelli che invece lo amano.

    I libri recensiti dai vip che li hanno apprezzati…sarebbe un’ottima pubblicità, per dei libri. Li avvicinerebbe ad una dimensione meno “elitaria”, li renderebbe più popolari, conosciuti, letti. Sarebbe un modo per, non dico fare cultura in modo accademico, ma almeno creare della curiosità, dare degli spunti, mettere in moto un po’ i cervelli.

  • Noe

    Nessuno mi crederà, ma facevo la stessa riflessione proprio ieri.
    Anche se, più che alla De Filippi, pensavo ad un programma condotto da Fazio e dalla Littizzetto.
    Intendiamoci.
    Se fanno “Amici di Penna” e sono Amici di Maria De Filippi io smetto di leggere per protesta.
    :-D

    La cosa che i produttori non capiscono, l’idea che stenta a passare, è che un programma con i libri non deve per forza essere una noia mortale.
    Si potrebbero anche scegliere libri soft.
    Si potrebbe anche fare una cornice tipo reality, con giochi, sfide, scherzi.

    Si restituirebbe al libro una dimensione ludica, si creerebbe un programma intelligente, si avvicinerebbe tanta gente alla lettura.

    Si potrebbe anche fare un programma gestito da tanti vip. Non crederò mai che nessuno di loro ha mai letto dei libri. Ci saranno quelli che non amano leggere, e quelli che invece lo amano.

    I libri recensiti dai vip che li hanno apprezzati…sarebbe un’ottima pubblicità, per dei libri. Li avvicinerebbe ad una dimensione meno “elitaria”, li renderebbe più popolari, conosciuti, letti. Sarebbe un modo per, non dico fare cultura in modo accademico, ma almeno creare della curiosità, dare degli spunti, mettere in moto un po’ i cervelli.

  • http://liblog.blogdo.net Livia

    Non ci crederai, ma una trasmissione così c’era e c’è. Ovviamente su RaiTre. Inizialmente condotta da Patrizio Roversi (che ho molto amato) e adesso con Neri Marcorè al timone e Piero Dorfles, si occupa di fare proprio quello che tu proponi.
    Qui trovi qualche dettaglio in più.

  • http://liblog.blogdo.net Livia

    Non ci crederai, ma una trasmissione così c’era e c’è. Ovviamente su RaiTre. Inizialmente condotta da Patrizio Roversi (che ho molto amato) e adesso con Neri Marcorè al timone e Piero Dorfles, si occupa di fare proprio quello che tu proponi.
    Qui trovi qualche dettaglio in più.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple