Una moglie affidabile, Goolrick

Scritto da: il 10.02.10
Articolo scritto da . Classe 1975, appartengo a coloro che stanno assistendo impotenti al ritorno degli anni ottanta, sapendo che prima o poi ricompariranno anche loro, le odiate spalline. Nelle mie giornate di almeno 28 ore l'una amministro un'azienda per lavoro, un forum di viaggi per passione, e una famiglia per amore, composta da un altro membro umano, mio marito, e due felini. In tutto questo leggo, sempre e dovunque perché senza libri non potrei vivere. Scrivo, perché è un puro piacere farlo. Viaggio, perché solo con la fantasia non mi basta.

una moglie affidabile“Uomo d’affari di campagna cerca moglie affidabile. È spinto da ragioni pratiche, non romantiche.”

In un freddo giorno autunnale del 1907, Ralph Truitt è ai binari di una piccola stazione nelle campagne del Wisconsin, ad aspettare un treno che sembra non arrivare mai e che trasporta Catherine Land, la “donna semplice e onesta” che ha risposto al suo annuncio matrimoniale.

In tasca ha la foto di lei, che ritrae una giovane dall’aria perbene e poco appariscente, e nessuna illusione. Uomo non più giovane ma ancora molto virile, Truitt si è privato di ogni calore umano per espiare colpe passate e ora non si aspetta amore, ma solo una compagnia senza implicazioni che ponga fine a una solitudine divenuta insopportabile.

Solo che la donna che scende dal treno non è quella della foto: l’estranea che gli sta di fronte veste abiti semplici ma è indubbiamente sofisticata, la sua bellezza non ha nulla di banale.

Il ritratto inviato per posta è stato il primo inganno, eppure Ralph decide nel clima inclemente di portarla con sé, rimandando ogni decisione. Sarà il destino, attraverso un incidente, a fargli maturare la decisione finale e Ralph e Catherine, estranei l’uno all’altro, diventeranno marito e moglie.

La vita coniugale diventa la loro arena, nella casa quasi isolata dal gelido inverno del Wisconsin iniziano a misurarsi e a condividere il letto, in una passione che coglie di stupore entrambi. Ralph, travolto ma non accecato dal desiderio che prova per la conturbante moglie, percepisce che c’è molto altro che lei non gli dice. Ma anche lui, più vecchio di Catherine di diversi anni, non ha un passato cristallino: nella sua vita ha compiuto pesanti sbagli e ha convissuto con diversi lutti, che hanno spazzato via tutta la sua famiglia precedente.

Catherine tace tutto di sé mentre Ralph le rivela quasi ogni dettaglio della sua giovinezza scapestrata e del suo tragico matrimonio. Le consegna la sua versione della verità suggellata da una richiesta alla quale la moglie non può sottrarsi: dovrà andare a Saint Louis e cercare di riportare a casa Antonio, l’unico figlio che gli è rimasto.

La richiesta mette entrambi in discussione, svelando i diversi propositi che ripongono nel loro matrimonio: Ralph spera che il ricongiungimento con un giovane uomo che lo odia lo redima dagli errori passati. Catherine viene travolta dagli eventi inaspettati, che rischiano di mettere in pericolo i piani che le dovrebbero consentire di raggiungere quella felicità che rincorre da sempre. I suoi inganni minacciano di ritorcersi contro di lei, facendo prendere al destino dei coniugi Truitt pieghe inaspettate…

Romanzo d’esordio oserei dire geniale, Una moglie affidabile è una prova di fine letteratura: racconto che si dipana con l’eleganza della prosa d’alta classe, prende fin dalle prime pagine il ritmo serrato del thriller di razza. Come molte narrative di pregio racchiude in sé molti generi: su tutti è probabilmente una storia d’amore, sentimento visto da molteplici angolazioni e da inaspettati punti di vista. Ma è anche una brillante introspezione nella natura umana, che viene rivoltata come un calzino mettendo in luce i lati migliori e peggiori che ogni individuo nasconde nel suo io più profondo.

Consiglio la lettura a chiunque sia un lettore onnivoro, perché penso che sia uno dei libri migliori che abbia letto negli ultimi tempi e perché, onestamente, non mi viene in mente un sola motivo per cui non possa piacere a chiunque chieda come prima cosa che una storia sia ben scritta.

  • http://vogliosoloscrivere.wordpress.com Elfo

    Non so se ne avete mai sentito parlare di “Original Sin”; è un film con Antonio Banderas e Angelina Jolie. La trama mi sembra molto simile, forse è stato “liberamente tratto” da questo libro. E’ possibile?

  • http://vogliosoloscrivere.wordpress.com Elfo

    Non so se ne avete mai sentito parlare di “Original Sin”; è un film con Antonio Banderas e Angelina Jolie. La trama mi sembra molto simile, forse è stato “liberamente tratto” da questo libro. E’ possibile?

  • http://liblog.blogdo.net Livia

    No, quello è tratto dal romanzo di Cornell Woolrich “Waltz Into Darkness”. Sarebbe il caso di leggerlo e capire se ci sono punti di incontro.

  • http://liblog.blogdo.net Livia

    No, quello è tratto dal romanzo di Cornell Woolrich “Waltz Into Darkness”. Sarebbe il caso di leggerlo e capire se ci sono punti di incontro.

  • Only

    @ Elfo:
    Il libro è appena dell’anno scorso, fresco fresco di pubblicazione. E’ il lavorazione un filma adesso, se non erro per la Columbia Pictures..

  • Only

    @ Elfo:
    Il libro è appena dell’anno scorso, fresco fresco di pubblicazione. E’ il lavorazione un filma adesso, se non erro per la Columbia Pictures..

  • Pamida

    Non concordo, per niente. Lo stile è prolisso, l’analisi dei personaggi non convince affatto.
    L’ho trovato uno dei libri più deludenti degli ultimi tempi

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple