Meglio dietro – diario di una telefonista erotica, Meliis

Scritto da: il 25.06.09
Articolo scritto da . Nato a Padova due mesi dopo l’uscita di Atom Heart Mother. I due eventi non sono correlati ma è per aiutare i più sagaci a capire la mia età e che cd non regalarmi per il mio compleanno. Non mi piacciono: le sovraccoperte dei libri sgualcite e ingiallite, le scatoline dei cd coi dentelli spezzati, le “orecchie” per segnare la pagina. Lavoro, disegno, scrivo, sento musica, vedo gente e faccio cose, tutto questo quasi sempre a Padova.

Meglio dietro – Rita MeliisAdult entertainment, intrattenimento per adulti, è così che la florida industria del porno, showbiz sempreverde, sta cercando di riclassificarsi, in tempi in cui il marketing la fa da padrone. A pensarci bene adult entertainment si potrebbe anche definire l’attività che Rita Meliis si è ritrovata ad esercitare per qualche tempo e che ci racconta in questo suo libro d’esordio.

Meglio dietro infatti è il racconto autobiografico dell’esperienza della Meliis come telefonista erotica, vale a dire una di quelle ”voci amiche” che rispondono ai salatissimi 166, cercando di soddisfare le fantasie sessuali degli utenti di turno.
Il librino si apre infatti con la nostra, all’epoca dei fatti giovane neolaureata in cerca di fortuna a Roma, che si dibatte senza molto frutto alla ricerca di un’occupazione che valorizzi i suoi studi e le sue ambizioni. Ma come molti di noi sanno la ricerca di un lavoro soddisfacente e remunerativo non è mai facile, nemmeno col famoso “pezzo di carta” in mano. E così spesso volentieri, italicamente, ci s’ingegna.

E, per farla breve, capita di fare di tutto e in quel tutto all’autrice è capitato di intraprendere, seppur brevemente, la carriera che qui ci viene descritta senza risparmio di dettagli. Il libro, scritto e strutturato sotto forma di diario, si compone di diversi capitoletti, ciascuno dedicato ad altrettante tipologie di utente, ciascuno con le sue preferenze, fantasie e perversioni, alcune banali, altre più o meno strane o bizzarre.
Le telefonate sono riportate fedelmente, pertanto va da sé che il linguaggio è assolutamente esplicito, il che fa di questo libro una lettura, come si diceva una volta, “rigorosamente riservata ad un pubblico adulto”.

La cronaca delle telefonate è intercalata da una serie di considerazioni della protagonista/autrice che ci raccontano, seppure in maniera abbastanza minimale, dei suoi rapporti con le colleghe e del suo traballante rapporto sentimentale.

La lettura scorre veloce, riserva qualche risata a denti stretti e pochi brividi, ma soprattutto purtroppo rimane molto in superficie, lasciando tutto sommato assai poco al lettore. Certo qualche tipologia di cliente è abbastanza sorprendente e strappa il sorriso (il gallinomane!), qualche situazione messa in scena potrebbe anche addirittura essere intrigante, ma tutto resta un po’ così, incerto fra una fin troppo facile messa alla gogna dell’universo erotico maschile e una insufficiente analisi delle emozioni della protagonista.

Un pochino vacuo insomma, seppure con i suoi momenti, che ne giustificano una lettura (120 pagine) disimpegnata a bordo piscina. Con un altrettanto disimpegnato Fragolino a rinfrancarvi lo spirito, ma che sia quello vero, naturalmente di contrabbando.

Commenti non consentiti

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple