L’isola dei segreti, Thomas

Scritto da: il 10.11.09
Articolo scritto da . Non c'è Compagnia senza un elfo, perciò - aderendo al contratto nazionale delle Orecchie a Punta - eccomi qua. Ho anche un nome normale, Alessandra, ma quelli che mi chiamano così si contano sulla punta delle dita. Voglio salutare papà, mamma, e tutti quelli che mi hanno permesso di arrivare fin qui...cosa? Non è il Festival di Sanremo? E va be', dai, siate buoni!!! ;)

L'isola dei segreti – Scarletto ThomasHo appena terminato la lettura di L’Isola dei Segreti, la terza fatica dell’autrice britannica Scarlett Thomas (su questo blog trovate la recensione di Popco, il suo secondo lavoro) e posso dire di ritenermi soddisfatta; anzi, ho quasi l’impressione di essere stata ascoltata sia dalla scrittrice che dalla Newton Compton, che l’ha pubblicata in Italia.

Il motivo è presto detto: lamentavo la presenza di diversi refusi – che ai correttori di una grande casa editrice non dovrebbero sfuggire – e stavolta non ne ho trovato nemmeno uno. Avevo trovato, nei libri precedenti, alcune lungaggini che rischiavano di distogliere l’attenzione dal focus della storia e questa volta la Thomas è stata bravissima nel non lasciarne traccia.

L’Isola dei Segreti è un libro più leggero dei precedenti, ma non per questo meno avvincente, anzi. La trama potrebbe sapere di “già sentito” se riassunta, eppure vi assicuro che non è così: in breve, sei ragazzi inglesi diversissimi tra loro per aspetto, carattere ed estrazione sociale rispondono ad annuncio di lavoro “per giovani menti brillanti”, vengono drogati e portati su un’isola deserta.

Nessuno ha la più pallida idea di dove si trovino, né di chi abbia voluto rapirli e perché. Non c’è lotta per la sopravvivenza, perché la casa dove sono stati trasportati e provvista di tutti i comfort e di cibo in quantità industriale. Che cosa nasconde, allora, la misteriosa isola?

Il lettore se lo chiede dalla prima all’ultima pagina, mentre Anne, Paul, Emily, Jamie, Thea e Bryn imparano a scoprirsi l’un l’altro, dipingendo se stessi attraverso conversazioni spudorate, talvolta al limite del surreale e sicuramente distanti dalle attese create dall’infittirsi della trama.

La caratterizzazione dei personaggi è, infatti, il punto forte del romanzo. Ognuno ha una sua individualità, un passato spiazzante o un modo di pensare del tutto al di fuori di quella che sarebbe la norma. Scarlett Thomas ama gli “outsider” e non ne fa certo mistero, riuscendo come nessun altro autore a renderceli simpatici pur mantenendo la loro irriverenza nei confronti della società di cui tutti, bene o male, siamo parte.

Il linguaggio è semplice e schietto, le citazioni che si riferiscono alla nostra cultura televisiva (da Friends a Dawson’s Creek) abbondano e danno un piacevole gusto familiare alla narrazione. Si termina il libro con un sorriso, chiedendosi come sia possibile costruire un testo di oltre 350 pagine sulle conversazioni di un pugno di ventenni allo sbando. La risposta ce la dà Scarlett e sembra quasi di vederla dare una scrollatina di spalle mentre sogghigna: non solo si può fare, ma si può anche farlo bene.

Basta saper scrivere in modo spumeggiante, come lei.

YouTube Preview Image

  • http://bookaholicsdiary.blogspot.com/ Marika

    Scusa ma l’editore mi pare sia Newton & Compton, non Nord.

  • http://bookaholicsdiary.blogspot.com/ Marika

    Scusa ma l’editore mi pare sia Newton & Compton, non Nord.

  • http://liblog.blogdo.net Livia

    L’ho notato anche io… chiedo all’Elfo.
    EDIT: Elfo ha confermato e ho fatto la modifica, grazie per la segnalazione!

  • http://liblog.blogdo.net Livia

    L’ho notato anche io… chiedo all’Elfo.
    EDIT: Elfo ha confermato e ho fatto la modifica, grazie per la segnalazione!

  • Elfo

    È vero scusate! Mi sono confusa!^^

  • Elfo

    È vero scusate! Mi sono confusa!^^

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple