La famiglia di Pennac – Saga dei Malaussene, Pennac

Scritto da: il 15.05.08
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

Pennac @Luccagiovane.itNon un libro, in questa giornata della famiglia 2008, ma una “famiglia”, per l’appunto, di libri. La saga de Malaussène di Daniel Pennac, composta da 6 volumi, Il paradiso degli orchi (1985), La fata carabina (1987), La prosivendola (1989), Signor Malaussène (1995) Ultime notizie dalla famiglia (1997), La passione secondo Thérèse (1999)
Ogni libro racconta e costruisce le vicende di Benjamin Malaussènee dei suoi, una tribù ancor prima che una famiglia, legata da vincoli che superano la semplice consanguineità.

Una coincidenza formidabile che, in linea col programma ONU del 2008, il nostro Malaussène sia il “padre”, benché non in senso classico; rappresenta la figura di riferimento, la responsabilità, l’abnegazione alla famiglia, che non sempre è possibile trovare nei padri reali. Rappresenta la responsabilità anche nel suo ruolo, così calzante, di capro espiatorio, nella vita e nel lavoro.

Quella che si delinea attraverso i romanzi, i racconti e la pièce teatrale è una famiglia atipica, prolifica e variopinta, accogliente e invadente, chiassosa. In una sola parola, direi felice. Non è scevra di problemi, di criticità. Ma quando alla sera si riunisce intorno alle storie di Benjamin, ecco che tutti i problemi si ridimensionano.

Come non innamorarsi del Piccolo, trincerato dietro i suoi occhiali rosa, o di Julius, il cane, con le sue crisi? O della fatidica Therese? Come non appassionarsi alle vicende di una tribù sgangherata ma ricca d’amore?

No, non si può. Si segue la loro storia, trepidando; si spera e ci si appassiona, ognuno al suo personaggio, e tutti al grande Benjamin, il capofamiglia che, in cuor nostro, vorremmo.

  • Mushin

    Siiii, io sono alla prosivendola ancora (appena finito). Spero presto di poter proseguire!

  • http://www.9muse.net Bianca

    Ho cominciato con Il paradiso degli orchi e mica mi sono fermata più!
    Tutti, uno dietro l’altro, e mi sono affezionata a tutta la tribù!

  • http://www.9muse.net Bianca

    Ho cominciato con Il paradiso degli orchi e mica mi sono fermata più!
    Tutti, uno dietro l’altro, e mi sono affezionata a tutta la tribù!

  • Livia

    Spesso ho desiderato avere una famiglia così…
    e poi l’ho creata. Mushin può confermare ;)

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple