Io volevo Ringo Starr, Pasquini

Scritto da: il 19.11.09
Articolo scritto da .

io volevo ringo starr - PasquiniNell’underground fiorentino c’è gruppo emergente che suona un buon rock: The Smugness parola che in inglese sta per “mediocrità soddisfatta di sé”, vanagloria. Al microfono Tommy Boyler, pieno di sensibilità e romanticismo. Alla batteria Mejer, nella musica e nella vita anticonformista e sperimentatore.

Al basso Gabo, problematico ma solido punto di riferimento. E alla chitarra Vanni, sempre perso nei suoi pensieri, diviso tra storia e filosofia, tra Gavrilo Princip e Arthur Schopenhauer. Vanni che ci racconta i sogni, le paure, l’amore, la vita e la morte di un gruppo di giovani musicisti di provincia. Vanni che in quattro quarti ci fa sentire la musica della sua esistenza…

La trama di Io volevo Ringo Starr di per sé non è nulla di speciale: le vicende di un gruppo di amici che hanno formato una band e che suonano dove capita in attesa di una buona occasione. Una storia normale che ha come protagonisti ragazzi come tanti, nei quali in molti si riconosceranno.

La parte preminente del romanzo sono le riflessioni del protagonista su ciò che è attorno a lui e dentro di lui. In maniera ora ironica ora filosofica Vanni, racconta la sua visione della storia, della volontà (come la intendeva Schopenhauer), dell’amore, della vita e, soprattutto, della musica. La musica vista come mezzo per elevarsi oltre la mediocrità auto-compiaciuta (Smugness) tipica della nostra società.

Il romanzo di Daniele Pasquini scorre gradevole e veloce come una bella musica, tranne che in alcuni punti, dove rallenta in complesse elucubrazioni simili ad alcuni assolo di chitarra (per restare in tema). Io volevo Ringo Starr è un’opera matura e riflessiva sulla musica e la vita e, perciò, la consiglio a persone mature e/o amanti della buona musica.

Per inciso io sono immaturo e musicalmente ignorante, però il libro mi è piaciuto

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple