Intrecci, Bossotto

Scritto da: il 20.05.10
Articolo scritto da .

Intrecci - Stefano BossottoAnch’io che non sono certo uno scrittore e neppure un lettore accanito, capisco che è difficile scrivere qualcosa di veramente originale. Un autore che riesce a sperimentare qualcosa di nuovo va, come minimo, segnalato all’attenzione del pubblico. Perciò faccio con piacere il mio dovere segnalandovi Intrecci di Stefano Bossotto.

In una città qualunque, in un giorno qualunque, le vite di persone qualunque: le storie personali di un Consulente, una Biologa, un Ragazzino ed altre s’intrecciano guidate dal caso. Le esistenze di questi personaggi sono mostrate dall’interno dove, senza maschere, appaiono, sogni, dolori e, soprattutto, speranze. A volte per cambiare ed essere felici basta poco…

Come dicevo, il libro di cui vi parlo oggi ha una struttura originale: la storia è narrata dai protagonisti come se potessimo leggerne i pensieri, in questo modo veniamo a conoscenza dei desideri e delle riflessioni che ognuno di noi fa quotidianamente (o quasi). Tra un pensiero e l’altro, l’autore fa il punto della situazione, commenta, ci guida in un viaggio nell’animo umano. Il tema di questo viaggio sono i cambiamenti che avvengono quando le esistenze s’incrociano, la meta è il coraggio di cambiare e seguire i propri sogni.

Ora che ho fatto il mio dovere posso aggiungere che il libro in sé è scritto abbastanza bene, anche se tende a essere un po’ ridondante. Se questo fosse un romanzo, avrei da ridire su una trama troppo semplicistica e su personaggi, tanto propensi alla riflessione da essere improbabili (o forse sono io che ho la sensibilità di un bradipo). Ma l’opera di Bossotto è essenzialmente intimista e vuole lanciare un messaggio molto ottimista sulla possibilità di migliorare le proprie esistenze grazie ad un migliore rapporto con gli altri e se stessi.

Insomma, Intrecci è un’opera originale sulle (e dentro) le persone, pur non essendo un capolavoro, propone personaggi in cui ci si può riconoscere e un messaggio, banale forse, ma sempre buono.

Buona lettura.

  • http://www.matteogrimaldi.com matteo

    Carina l’idea di fare del caso il protagonista degli incontri dei protagonisti. Non è così originale, però mi piace. Rispecchia la reale dinamica delle cose, quando per caso incontri una persona che non avresti mai immaginato sarebbe potuta diventare così importante. E’ così che va la vita.

  • http://www.matteogrimaldi.com matteo

    Carina l’idea di fare del caso il protagonista degli incontri dei protagonisti. Non è così originale, però mi piace. Rispecchia la reale dinamica delle cose, quando per caso incontri una persona che non avresti mai immaginato sarebbe potuta diventare così importante. E’ così che va la vita.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple