Il vento racconta, Corsini

Scritto da: il 24.11.08
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

Il vento racconta, Alessandra CorsiniIl vento racconta è una breve raccolta di fiabe, una sessantina di pagine appena, che sembrano scritte al contrario. Sono infatti quelle che potrebbe raccontare un bambino, e si rivolgono prevalentemente ai genitori.

Non significa che siano scritte però in modo infantile, anzi: la semplicità in questo caso è un valore, che consente l’immediata comprensione del testo e lascia spazio alla interpretazione personale.

Come ogni favola che si possa definire tale i protagonisti sono in crescita, in formazione, sebbene con un piglio più riflessivo che attivo. In effetti rispetto allo standard di Propp mancano diversi elementi, ma qui si tratta di fiabe appena accennate, due, tre pagine per narrazione.

La particolarità, rispetto all’impianto favolistico tradizionale, è l’uso della prima persona: non c’è più un tempo vicino o lontano e un distacco del narratore, i racconti sono espressi in forma diretta, come confessione e condivisione di eventi.

I soggetti sono quasi sempre eterei: da bambini di altri mondi ad angeli è raffigurato tutto un campionario di figure incorporee, tratteggiate in breve, che spiegano un aspetto della loro vita o del loro mondo. Sono  però dei nuclei ideali, in cui tutto funziona perfettamente sia nella sfera affettiva sia in quella sociale.

La morale, presenza obbligata, è di carattere moderno, incentrata sulla ricerca del sé, sulla comprensione del proprio e dell’altrui ruolo nella vita, sui valori di rispetto, apertura, comprensione ed accettazione. Non ci si poteva aspettare nulla di diverso, del resto, da un’analista transazionale.

Una lettura serale, da fare ai propri figli ed a sé stessi specie adesso che si avvicina il natale.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple