Il ritorno, Shatner

Scritto da: il 14.01.10
Articolo scritto da .

Il ritorno – ShatnerSiete dei fan sfegatati di Star Trek? Ricordate a memoria tutte le puntate di tutte le serie? Avete portato il lutto al braccio quando il capitano Kirk è morto? Allora dovete leggere Il ritorno, secondo romanzo di William (Capitano Kirk) Shatner.

Il libro inizia un mese dopo i fatti raccontati nel settimo film e nello stesso luogo: Veridiano terzo. L’ambasciatore Spock è assorto accanto alla tomba del suo ex-capitano e amico, quando l’avamposto della federazione è ferocemente attaccato da misteriosi aggressori. Nella confusione il corpo di James T. Kirk viene trafugato e, pochi giorni dopo, un uomo identico a Kirk  inizia ad aggredire gli ufficiali della Enterprise 1701-D. Il suo obiettivo è uno solo: uccidere Jean Luc Picard! Ignaro di tutto Picard è impegnato in una pericolosa missione all’interno di un ipercubo Borg. Missione che potrebbe costringerlo a ritrasformarsi in Lucutus…

Come vi avevo promesso nella recensione delle Ceneri del paradiso lo stile narrativo di Shatner è notevolmente migliorato. Questa sua seconda opera è sicuramente più curata e molto più romanzesca. Il ritorno non sembra una puntata del telefilm in forma cartacea (magari con un po’ d’introspezione in più) ma è un vero romanzo di fantascienza ben strutturato e scritto abbastanza bene.

L’ambientazione è sfruttata a dovere e arricchita di qualche particolare originale. Naturalmente abbondano i riferimenti ai vari film e telefilm, camei dei personaggi più apprezzati, citazioni e, dulcis in fundo, è svelato un segreto riguardante il primo lungometraggio (V’Ger vi dice niente?).

Lo stile, rispetto al primo romanzo, è più prolisso e meno spigoloso. Non diviene mai noioso, ma alcune parti mi sembrano ancora troppo melense e auto-celebrative per amalgamarsi bene con l’insieme. Io ho la sensibilità di un Klingon con il mal di testa e magari esagero un poco ma, secondo me, si può migliorare. Buona anche l’introspezione e la caratterizzazione di tutti i personaggi principali e non.

Il ritorno è sicuramente migliore del suo predecessore (in effetti non hanno molto in comune) da tutti i punti di vista. Per i veri trekker è irrinunciabile. Per gli altri potrebbe essere una bella distrazione.

Commenti non consentiti

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple