Notti Eterne, Gaiman & Autori vari

Scritto da: il 30.11.10
Articolo scritto da . Non c'è Compagnia senza un elfo, perciò - aderendo al contratto nazionale delle Orecchie a Punta - eccomi qua. Ho anche un nome normale, Alessandra, ma quelli che mi chiamano così si contano sulla punta delle dita. Voglio salutare papà, mamma, e tutti quelli che mi hanno permesso di arrivare fin qui...cosa? Non è il Festival di Sanremo? E va be', dai, siate buoni!!! ;)

Vado di nuovo a pescare nella vasta produzione del mio idolo, perché mi hanno appena prestato una raccolta che mi mancava: l’ultima incursione di Gaiman nel mondo che l’ha reso famoso, quello di Sandman.

Notti Eterne è stato pubblicato da Magic Press ed è un insieme di racconti illustrati. Qui, autori molto famosi sulla scena internazionale che si confrontano con gli Eterni. Chi non ha familiarità con l’universo di Neil dovrà forse sapere che gli Eterni sono le entità attorno a cui tutto ruota: sono sette fratelli, sette esseri superiori agli dei ed i loro nomi sono Morte, Delirio, Disperazione, Distruzione, Desiderio, Destino e – infine – Sogno.

Gli Eterni si nutrono di tutto ciò che accomuna non solo gli esseri umani, ma tutti i viventi, in tutte le dimensioni ed i pianeti. Per questo sono superiori alle divinità, che cessano di avere potere quando gli umani li dimenticano.

Ad ognuno di essi Gaiman dedica un racconto in cui, coadiuvato da un diverso disegnatore, riprende le atmosfere del suo capolavoro per crearne di nuove. Le differenti tecniche utilizzate si sposano a perfezione con i temi trattati. Ad esempio, il racconto di Desiderio è “interpretato” magnificamente dai disegni del nostro Milo Manara: la storia parla di una donna che – attraverso l’incontro con l’Eterno – riesce a sposare l’uomo dei suoi sogni ma dovrà imparare a sue spese che ottenere ciò che si desidera non sempre coincide con l’essere felice. Nelle sinuose figure di Manara, sempre sull’orlo del raffinato erotismo, riconosciamo ciò che davvero il Desiderio significa: una mancanza che non può essere colmata.

Il capitolo dedicato a Morte ci riporta invece in una Venezia del Settecento, dove un alchimista è riuscito a trovare una formula per ripetere sempre lo stesso giorno e sfuggire, così, alla simpatica ragazzina dark che Neil Gaiman è riuscito a farci amare. Ma nulla sfugge a Death, mai.
Disperazione ha per sé quindici ritratti: quindici pagine che colpiscono al cuore e allo stomaco.

Fare un riassunto di tutti i capitoli, tuttavia, sarebbe inutile: il bello di questa raccolta sta nella sorpresa. Preferisco perciò sottolineare come in ogni racconto ci sia una dose di poesia e malinconia che non abbandona il lettore nemmeno dopo aver chiuso il volume. Il punto di forza sta nella caratterizzazione dei personaggi. In particolare c’è una delicatezza commovente nel modo in cui vengono tratteggiati i protagonisti dell’avventura di Sogno, mentre le storie di Distruzione e Delirio hanno un aspetto più “classico”, almeno per quanto riguarda la sfera della realizzazione fumettistica e sono entrambe coinvolgenti e divertenti.

Resta Destino, a chiudere il tutto: lui, l’Eterno tra gli Eterni, a cui tutti siamo sottomessi.

Non mi intendo particolarmente di fumetti e, solitamente, la mia preferenza va alla produzione giapponese, tuttavia ritengo che questa sia una raccolta da avere assolutamente nella propria collezione. Questo è anche un messaggio indiretto per il gentile amico che ha voluto prestarmelo: OPS, credo che mi scorderò di restituirtelo! (dai, dai, scherzo, che fai chiami la polizia?)

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple