Halloween tutto l’anno – Lenore, Dirge

Scritto da: il 31.10.08
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

Copertina @ElliotedizioniCosa c’è di più tenero di una bimba che prepara un tè per i suoi amici e le sue bambole? Beh, nel caso della piccola di Roman Dirge, Lenore, tenero è il termine più distante dalla realtà. Perché Lenore sa essere ingenua, forse anche ogni tanto gentile, ma né tenera né buona.

Piccole ossa e Piccole ossa crescono sono i due volumetti (finora gli unici in Italia) delle avventure di questa bambina bionda un po’ stralunata ed eterna. Eterna non tanto perché fumetto, ma perché essendo già tornata dal mondo infero è difficile che possa morire di nuovo.

Dal capovolgimento del cliché di Riccioli d’oro derivano avventure paradossali, in compagnia di strani umani ed animali, di questa bimba ferma da cent’anni ai suoi dieci.

Lenore ha il gusto del macabro, il suo senso estetico è rovesciato tanto da farle avere strane reazioni alla vista di un semplice orsetto di pezza; a questo corrisponde un tratto che, da profana del fumetto, definirei “stralunato”, con accentuazione dei caratteri grotteschi.

Non è un caso che abbia riscosso l’apprezzamento di un visionario come Tim Burton, con i suoi personaggi che, per quanto oscuri, sono portatori di valori che i “normali” hanno perduto (penso alla Sposa cadavere ma anche a Nightmare before Christmas, Big Fish e tutta la sua produzione).

In aggiunta ci sono le strisce dell’autore su sé stesso e la sua vita come prestigiatore, esilaranti per la capacità di autoironia, e le rivisitazioni di Lenore disegnate da altri famosi fumettisti, tra cui Nathan Cabrera e Steven Daily.

Consigliato a chi, come me,  apprezzi l’estetica del difforme, dello strano e dell’assurdo.

  • http://liblog.bloglist.it/ Caym, alias Livia

    Oh, errata corrige: nel momento in cui scrivevo erano due, ma ora scopro che è uscito il terzo, intitolato Ossa & frattaglie.
    Corro a procurarmelo!

  • http://liblog.bloglist.it/ Caym, alias Livia

    Oh, errata corrige: nel momento in cui scrivevo erano due, ma ora scopro che è uscito il terzo, intitolato Ossa & frattaglie.
    Corro a procurarmelo!

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple