Niente libri gratis alle scuole elementari

Scritto da: il 28.11.09
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

Riporto da Rete Scuole:

Il Governo ha soppresso con la Finanziaria lo stanziamento di 103 milioni di euro per la fornitura gratuita dei libri di testo nella scuola dell’obbligo, «l’ultimo scippo del Governo alle famiglie, alla scuola e agli enti locali». Lo rende noto Manuela Ghizzoni, capogruppo del Pd in commissione Cultura alla Camera, chiedendo l’immediato intervento del ministro Gelmini.

«Il ministro Gelmini intervenga immediatamente per porre rimedio a questo ennesimo scippo. La gratuità dei libri nella scuola elementare – ricorda la parlamentare – è prevista per legge dal 1964. Dal 1998 e con le successive leggi finanziarie, fino a quella del 2007 del governo Prodi, la gratuità è stata estesa alle scuole secondarie in forme legate al reddito. Di segno opposto la politica del governo Berlusconi che ha completamente cancellato queste risorse”.»

Leggendo queste notizie continuo a chiedermi: che futuro ha uno stato in cui non sia prioritaria la formazione?

  • http://www.liberidileggere.it Liberi di leggere

    Ma la gente è contenta così: non l’hanno votato ben sapendo che avrebbe tagliato risorse all’istruzione e ai servizi pubblici, con la scusa di combattere gli sprechi?E tuttora, nonostante queste decisioni e i vari scandali, i sondaggi danno il consenso a Berlusconi completamente immobile, cioè altissimo. La gente LO vuole. Vuole essere ignorante e cullarsi nell’ignoranza propria e dei propri figli. E’ una sorta di pulsione di morte, estesa all’intera nazione.

  • http://www.liberidileggere.it Liberi di leggere

    Ma la gente è contenta così: non l’hanno votato ben sapendo che avrebbe tagliato risorse all’istruzione e ai servizi pubblici, con la scusa di combattere gli sprechi?E tuttora, nonostante queste decisioni e i vari scandali, i sondaggi danno il consenso a Berlusconi completamente immobile, cioè altissimo. La gente LO vuole. Vuole essere ignorante e cullarsi nell’ignoranza propria e dei propri figli. E’ una sorta di pulsione di morte, estesa all’intera nazione.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple