Il caso Twilight(?)

Scritto da: il 25.11.08
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

YouTube Preview Image

In questi giorni al cinema è uscito Twilight, un film tratto da un libro (parte di una serie) che non ho letto ma che è molto discusso. Come ogni successo commerciale, perché di successo si parla, le polemiche sono molte, moltissime.

Dato però che non ho letto il romanzo e volendomi fare una idea del contenuto e dello stile, sono andata in giro a spulciare blog, forum, social network per vedere posizioni e motivazioni. Ovviamente c’è davvero di tutto, e i commenti sono riportati senza nessun tipo di correzione ortografica.

Iniziamo dalla schiera degli entusiasti:

Questo è sicuramente l’Harmony più bello che leggerò mai.
Veramente.
Ci sarebbero milioni di cose da dire su questo libro, mi limiterò alle più ovvie ed essenziali: libro per adolescenti scosse dagli ormoni o no, è assolutamente geniale.
Riassume e condensa in sé due secoli di narrativa rosa, con una spruzzata di goth sui bordi (perché il goth fa un sacco figo), un assaggio di noir, e soprattutto un sacco di bishounen pericolosi ma buoni.

aNobii

Una bellissima storia.. affascinante, capace di catturarti all’interno delle pagine del libro. Può sembrare una frase fatta, ma credo sia un testo consigliabile a tutti coloro che sono capaci, come me, di farsi trasportare sulle ali dell’immaginazione attraverso storie bellissime. Molto bello!

aNobii

per 2 giorni mi sono immersa nel mondo di Bella e Edward, ho guardato con i loro occhi e sentito con le loro orecchie cose inimmaginabili; le fredde mani di Edverd hanno toccato le mie calde guance e le sue labbra sanguigne hanno sfiorato il mio collo tremante e ho respirato il suo odore da eterno seduttore. ragazzi siamo tutti perdutamente innamorati dell’Amore, dell’Amore impossibile, da ciò che non si può o non si dovrebbe avere, siamo tutti vittime di quegli occhi ambrati e di quel sorriso sghembo. solo Orgoglio e pregiudizio mi ha fatto stare sveglia la notte tanto a lungo e non perchè sia una amante del genere rosa. lo consiglio ardentremente perchè chi ha provato quelle senzazioni nella vita non può non riviverle con rinnovato ardore e chi ancora non assapora tanto eros, tanta incondizionata passione e dipendenza verso lo sguardo dell’oggetto amato spererà che sia così: vivere un amore come quello di Edward e Bella.

IBS

WOW! STUPENDO! è fantastico il modo di scrivere della Meyer, ti “prende” ed è impossibile nn emozionarsi assieme ai personaggi, immedesimarsi, affezionarsi a loro e sognare una storia d’amore fantastica, intrigante e vera cm quella di Edward e Bella… Sto leggendo l’ultimo della saga, spero sia al livello degli altri… CONSIGLIATISSIMO!!!!!!!!!!!!!

IBS

è un libro che ho letto tutto di un fiato,ti cattura, scorrevole, senza troppe difficoltà
letterarie….o grandi paroloni. Tutto sommato non si può definire un capolavoro, in quanto si capisce bene che è il primo libro scritto dall’autrice e manca di una certa maturità letteraria,
la storia penso comunque più adatta ad un lettore donna che uomo, è comunque molto coinvolgente e emozionante,ricca di dolcezza e romanticismo, adatta a chi ama sognare ad ochhi aperti, è in grado di rievocare le emozioni del primo amore…anche se ovviamente un pò atipico.

Qlibri

E adesso i detrattori, com’è giusto:

Una cosa che mi dà fastidio di questo libro è che ogni 10 righe una riga è dedicata a descrivere quantoèfresco quantoèbono quantoètogo il vampiro di cui s’innamora la protagonista. E che cavolo.

aNobii

Per quanto mi riguarda ho letto soltanto il primo libro della trilogia e di sicuro eviterò gli altri. Sinceramente Twilight non mi è piaciuto neanche un po’: l’ho trovato a tratti estremamente banale e a tratti profondamente irritante.
Inizialmente mi sono detta che forse questo poteva essere dovuto al fatto che la Meyer ha scritto un libro per teenagers in cui racconta le vicende quotidiane di una ragazzina qualsiasi, con le sue insicurezze e la prima cotta e che quindi fosse ovvio per me rimanere indifferente al romanzo. Poi però mi sono resa conto che il libro non mi sarebbe piaciuto nemmeno se lo avessi letto nell’età “giusta” che colloco tra i 10 e i 14 anni.

aNobii

Ho letto il libro convinta dai commenti dei lettori. Ne sono rimasta assolutamente delusa. Il libro è assolutamente inutile. Peccato, perché depurato da fastidiose e superflue sdolcinature poteva risultare un buon libro. Le sdolcinature occultano il soffermarsi sulla complessità e il dramma che dovrebbe derivare dalla storia d’amore umano-vampiro. E la Meyer, non aggiunge nulla all’immaginario dell’universo vampiresco. I suoi vampiri sono indegni di qualsiasi nota.

IBS

Se hai dai 15 ai 18 anni indubbiamente è un libro che può affascinare, l’idea è accattivante, ma ha uno stile povero, il numero delle pagine non equivale al contenuto, per spiegarmi meglio, il tutto si poteva racchiudere nella metà delle pagine scritte. L’autrice sembra proprio una scrittrice improvvisata. E’ un libro per adolescenti e come tale deve essere letto ma mi chiedo, quasi con fastidio, perchè ci deve essere sempre la medesima formula: lei impacciata e decisamente incapace e lui bello come un dio perfetto sotto ogni aspetto, paladino della dolce pulzella indifesa? E’ ancora questo il modello che diamo nel rapporto uomo-donna?

Qlibri

Dal punto di vista tecnico la Meyer narra in prima persona, immedesimandosi in Bella, al passato. Il romanzo è molto raccontato, più che mostrato, ma qui non se ne può fare una colpa all’autrice: data l’insignificanza degli eventi, è meglio così. [...] o stile della Meyer è semi-professionale, ovvero segue, per quel che la limitata sua intelligenza le consente, quelle tre-quattro regolette della narrativa, e basta questo a creare un romanzo leggibile. Rimane uno schifo, ma è uno schifo scorrevole. Cioè la Meyer scrive almeno un romanzo giudicabile. Tanti “scrittori” nostrani paiono dotati di maggior talento, ma poco importa se non si possiede un minimo di tecnica. Se il lettore crepa di noia a pagina 10 le buone idee non emergeranno mai.

Gamberi fantasy

Ora, appaiono evidenti alcuni dati, condivisi sia dai detrattori sia dagli estimatori: il libro è scritto benino. Ovvero non è bellissimo, solo che gli uni tendono a farne una leva per demolire il libro, gli altri giustificano l’autrice perché “è al suo esordio”.

Secondo dato è che si tratti solo lontanamente di un fantasy, ma in realtà il libro migri più verso il romanzo rosa, solo che il magnate (in genere di questo si tratta) stavolta è un vampiro.

I punti di forza del libro sembrano essere le analisi dei turbamenti adolescenziali della protagonista, scritti in forma diaristica, ma senza un vero approfondimento psicologico, a quanto pare.

Per quel che ho potuto desumere, dalla panoramica qui su,  sembra che io sia parecchio fuori target, e spero di avervi aiutati a decidere se voi lo siate o meno.

  • http://www.myspace.com/accavallavacca etnagigante

    Potrei chiedere a mia nipote se riuscissi a convincerla a leggere il libro, visto che è andata a vedere il film con le sue amiche e le è ovviamente piaciuto. Se me lo trovo in giro per casa, lo leggo (l’ho fatto per 3MSC e non vedo perchè snobbare i vampiri)e vi faccio sapere.

  • http://www.myspace.com/accavallavacca etnagigante

    Potrei chiedere a mia nipote se riuscissi a convincerla a leggere il libro, visto che è andata a vedere il film con le sue amiche e le è ovviamente piaciuto. Se me lo trovo in giro per casa, lo leggo (l’ho fatto per 3MSC e non vedo perchè snobbare i vampiri)e vi faccio sapere.

  • Tom Traubert

    Io ho visto il film, senza sapere esattamente di cosa si trattasse, ma sapete com’è, ho visto vampiri e mi sono detto andiamo. Con queste premesse forse non poteva che deludermi ma insomma l’ho trovato un pochino bollito… Ovviamente a una mia amica più giovane invece è piaciuto, ma lei ha invece apprezzato la storia d’amore. I conti tornano.

  • http://www.mademoisellemiwako.blogspot.com miwako

    Allora, fresca fresca di visione-giusto ieri sera-, anch’io sul mio blog ho fatto un post a tema.Il film è senza troppe pretese,un po’banale ma carino. Anch’io mi sono sentita un po’fuori target, vista l’età dei protagonisti,i drammi adolescenziali e tutto il contorno di sono-timida-e-un-po’-scontrosa,mi-innamoro-alla-follia-del-figo-cattivo, ecc.Però le storie d’amore impossibili hanno sempre un certo ascendente su di me, da Romeo e Giulietta(quello di Zeffirelli ovviamente)a “come eravamo” non posso fare a meno di struggermi.Lungi da me paragonare “twilight” a questi capolavori, ma visto nell’ottica del target cui è destinato, e considerando l’elemento che lo differenzia dalle altre storie di e per adolescenti(cioè che lui sia un vampiro),non è male.Detto ciò non mi resta che leggere i libri, anche se vista la mole,il numero e il costo anch’io spero di trovarli casualmente in giro per casa.
    un saluto, Miwako

  • http://www.mademoisellemiwako.blogspot.com miwako

    Allora, fresca fresca di visione-giusto ieri sera-, anch’io sul mio blog ho fatto un post a tema.Il film è senza troppe pretese,un po’banale ma carino. Anch’io mi sono sentita un po’fuori target, vista l’età dei protagonisti,i drammi adolescenziali e tutto il contorno di sono-timida-e-un-po’-scontrosa,mi-innamoro-alla-follia-del-figo-cattivo, ecc.Però le storie d’amore impossibili hanno sempre un certo ascendente su di me, da Romeo e Giulietta(quello di Zeffirelli ovviamente)a “come eravamo” non posso fare a meno di struggermi.Lungi da me paragonare “twilight” a questi capolavori, ma visto nell’ottica del target cui è destinato, e considerando l’elemento che lo differenzia dalle altre storie di e per adolescenti(cioè che lui sia un vampiro),non è male.Detto ciò non mi resta che leggere i libri, anche se vista la mole,il numero e il costo anch’io spero di trovarli casualmente in giro per casa.
    un saluto, Miwako

  • http://www.writersdream.forumfree.net Ayame, alias Linda

    Ho visto il film (ottimo cast, fatto per le adolescenti con gli ormoni in subbuglio…tipo la sottoscritta xD) e quasi completato la lettura della saga.

    Premetto che, non si capisce come mai, mi è piaciuto. Io odio le storie d’amore, odio i vampiri, odio le adolescenti innamorate…ciononostante mi è piaciuto. Sarà perché ‘sto vampiro ultrasexy suscita fantasie inimmaginabili (anche se a me piace il cattivone, tanto per non smentirmi mai).

    In ogni caso, lo stile della Meyer non mi piace nemmeno un po’: i libri scritti in prima persona non sono in grado di apprezzarli, tantomeno quando si dilungano su inutili particolari.
    Apprezzo ad esempio Memorie di una geisha, scritto in prima persona; altri libri no.

    Giudizio finale: trama banale, scontata, stile per niente avvincente. Perché attira? Perché c’è una dozzina di vampiri stragnocchi che fa girare la testa a noi ragazzuole :D

  • http://www.writersdream.forumfree.net Ayame, alias Linda

    Ho visto il film (ottimo cast, fatto per le adolescenti con gli ormoni in subbuglio…tipo la sottoscritta xD) e quasi completato la lettura della saga.

    Premetto che, non si capisce come mai, mi è piaciuto. Io odio le storie d’amore, odio i vampiri, odio le adolescenti innamorate…ciononostante mi è piaciuto. Sarà perché ‘sto vampiro ultrasexy suscita fantasie inimmaginabili (anche se a me piace il cattivone, tanto per non smentirmi mai).

    In ogni caso, lo stile della Meyer non mi piace nemmeno un po’: i libri scritti in prima persona non sono in grado di apprezzarli, tantomeno quando si dilungano su inutili particolari.
    Apprezzo ad esempio Memorie di una geisha, scritto in prima persona; altri libri no.

    Giudizio finale: trama banale, scontata, stile per niente avvincente. Perché attira? Perché c’è una dozzina di vampiri stragnocchi che fa girare la testa a noi ragazzuole :D

  • http://www.writersdream.forumfree.net Ayame, alias Linda

    Miwako se mi contatti via mail (landofdreams.staff@gmail.com) ci penso io a farti da libreria gratis…xD

  • http://www.writersdream.forumfree.net Ayame, alias Linda

    Miwako se mi contatti via mail (landofdreams.staff@gmail.com) ci penso io a farti da libreria gratis…xD

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple