Giocattoli da lettore

Scritto da: il 21.09.08
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

Qualche giorno fa ho constatato con gioia che i miei amici conoscono perfettamente i miei gusti, che sanno orientarsi e trovare qualcosa di originale, che hanno a cuore le mie passioni. E già questo è stato per me un regalo straordinario.

No, non mi hanno regalato libri pescandoli dalla wishlist; sarebbe stato banale e loro, davvero, non lo sono. Gli unici due libri che ho ricevuto sono libri significativi per coloro che me li hanno regalati, libri che hanno desiderato condividere con me, e che per questo assumono maggior valore.

Per il resto si sono sbizzarriti davvero, a caccia di gadget per fanatici della lettura. Seguendo la scia del Quaderno del lettore, un bellissimo taccuino rosso della Legami che utilizzo come memoria cartacea delle mie letture, ecco arrivare Accendimi la notte.

Se l’hanno chiamata “il coltellino svizzero del lettore” c’è un motivo: è una sottile, morbida e pieghevole luce da lettura. Di fatto si può appuntare, leggendo, al dorso del libro ed utilizzare poi come segnalibro. Insomma, una gran comodità per non infestare il comodino di oggetti.
E tutto ciò con un occhio attento all’ambiente, che non guasta mai, dal mio punto di vista.

Poi, forse per spronarmi a riprendere in mano la penna, un taccuino rigido (stile Moleskine) di Mafalda, prodotto da Salani, il mio fumetto preferito, o forse perché anche io “oggi mordo” (non solo oggi, veramente).

Infine un meraviglioso leggìo da letto di Balvi (di cui non trovo notizie sul web), per le giornate di freddo e pigrizia, che si può anche utilizzare come dock-station per il portatile, con tanto di mousepad integrato e luce da lettura/tastiera.

Commenti non consentiti

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple