Dal libro al film: Orgoglio e pregiudizio

Scritto da: il 25.03.10
Articolo scritto da . Classe 1975, appartengo a coloro che stanno assistendo impotenti al ritorno degli anni ottanta, sapendo che prima o poi ricompariranno anche loro, le odiate spalline. Nelle mie giornate di almeno 28 ore l'una amministro un'azienda per lavoro, un forum di viaggi per passione, e una famiglia per amore, composta da un altro membro umano, mio marito, e due felini. In tutto questo leggo, sempre e dovunque perché senza libri non potrei vivere. Scrivo, perché è un puro piacere farlo. Viaggio, perché solo con la fantasia non mi basta.

Come trasposizione cinematografica di Orgoglio e pregiudizio forse molti di voi ricordano il film uscito qualche anno fa con Keira Knightley nella parte di una convincente Elizabeth Bennet.

Andando però indietro di qualche anno, si incappa in un prodotto altrettanto ottimo (perché, e ci tengo a dirlo, io appartengo alla schiera di coloro ai quali il film è piaciuto): uno sceneggiato inglese del 1995 prodotto dalla BBC, con un aitante Colin Firth nella parte di Darcy. Il film per la televisione, arrivato anche da noi, ha il pregio rispetto al prodotto cinematografico di poter contare su una maggiore fedeltà al romanzo, forte delle oltre cinque ore di durata (fu infatti distribuito in sei episodi), tanto che si ritrovano, nei dialoghi tra gli attori, interi brani del libro riportati quasi esattamente.

In definitiva una bella e accurata trasposizione a cui, se proprio devo trovare un difetto, sono i ventisei anni non portati benissimo da Jennifer Ehle, un’ attrice per altro brava ma che non ho trovato convincente al 100% come una Elizabeth Bennet ventenne, non almeno quanto la Knightley (forse perché quest’ultima di anni ne aveva davvero venti all’epoca del film).

YouTube Preview Image

Ma forse non dovrei lamentarmi troppo, visto che Greer Garson, la Elizabeth Bennet dell’Orgoglio e Pregiudizio del 1940, con uno splendido – e appena un po’ ingessato – Laurence Oliver nei panni di Darcy, di anni all’epoca del film ne aveva trentasette! Per immaginarsela con vent’anni di meno ci vuole una buona dose di immaginazione, non bastando forse la spiccata ironia di cui l’attrice era a suo tempo dotata e che rende la commedia altamente piacevole, nonostante la trama si discosti stavolta non poco dal romanzo originale.

YouTube Preview Image

Esistono altre trasposizioni del celebre romanzo, ma io mi sono fermata qui, con le visioni e quindi necessariamente con i commenti. Se vorrete andare oltre, sappiate che basta navigare un po’ sul wikipedia inglese e americano per sapere tutto ciò che è stato scritto e filmato sul celebre romanzo di Jane Austen. Buona visione a tutti!

  • http://blog.terminologiaetc.it/ Licia

    Lo sceneggiato della BBC, che bei ricordi! Vivevo in Irlanda nel 1995, quando è uscito, e ovviamente guardavo la TV inglese. In GB Pride & Prejudice aveva avuto un tale successo che la domenica sera (BBC 1, replica il sabato successivo su BBC 2) tutti se ne stavano in casa a guardarlo, anche gli uomini, tanto da far scrivere articoli su articoli sul fenomeno.
    Nel Diario di Bridget Jones, uscito a puntate in quel periodo in The Independent, il personaggio di Mark Darcy era chiaramente modellato sul Mr Darcy di Colin Firth, e c’erano vari riferimenti allo sceneggiato, ad esempio una famosa scena rimasta nell’immaginario collettivo femminile inglese per vari anni in cui Mr Darcy nuota in un lago e uscendo dall’acqua, completamente bagnato e con gli abiti aderenti, incontra Elizabeth (ovviamente non succede nel romanzo!).
    Concordo che Elizabeth (e, secondo me, anche sua sorella Jane) non è forse convicente al 100%, ma tutti gli altri personaggi non deludono affatto chi ha amato il romanzo, specialmente Mr e Mrs Bennet, Lydia, Mr Collins e altri minori, per non parlare dell’ambientazione molto riuscita.

  • http://blog.terminologiaetc.it/ Licia

    Lo sceneggiato della BBC, che bei ricordi! Vivevo in Irlanda nel 1995, quando è uscito, e ovviamente guardavo la TV inglese. In GB Pride & Prejudice aveva avuto un tale successo che la domenica sera (BBC 1, replica il sabato successivo su BBC 2) tutti se ne stavano in casa a guardarlo, anche gli uomini, tanto da far scrivere articoli su articoli sul fenomeno.
    Nel Diario di Bridget Jones, uscito a puntate in quel periodo in The Independent, il personaggio di Mark Darcy era chiaramente modellato sul Mr Darcy di Colin Firth, e c’erano vari riferimenti allo sceneggiato, ad esempio una famosa scena rimasta nell’immaginario collettivo femminile inglese per vari anni in cui Mr Darcy nuota in un lago e uscendo dall’acqua, completamente bagnato e con gli abiti aderenti, incontra Elizabeth (ovviamente non succede nel romanzo!).
    Concordo che Elizabeth (e, secondo me, anche sua sorella Jane) non è forse convicente al 100%, ma tutti gli altri personaggi non deludono affatto chi ha amato il romanzo, specialmente Mr e Mrs Bennet, Lydia, Mr Collins e altri minori, per non parlare dell’ambientazione molto riuscita.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple