Collana Tags

Scritto da: il 19.07.08
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

Non è – ancora – diffusa in tutta Italia, ma alla 18:30 edizioni si può perdonare data la recente apparizione sul mercato editoriale italiano. Parlo della collana Tags, punto d’inizio per una giovane casa editrice palermitana, la 18:30, curata da due scrittori che hanno deciso di fare il grande salto e provare a rivestire una posizione diversa nella filiera del libro.

Per chiunque abbia familiarità col web tag è una parola già sentita, che indica grossomodo una “parola chiave”, un concetto significativo rispetto al testo che possa aiutare nella classificazione (ed indicizzazione) dello stesso. Insomma una etichetta che ci indica il contenuto.

Cosa c’entra coi libri? Fino ad oggi nulla: si guardava il libro, la copertina, la quarta, magari l’incipit, e si sceglieva a scatola chiusa. Sui Tags invece vengono indicati in copertina i tre concetti chiave che attraverseranno il racconto, fornendo un orientamento chiaro. Che poi alle volte può essere un piacevole disorientamento: prendete il racconto “Confetti e delitti” e troverete guernica, chianti, panna. In che modo possano legarsi è tutto da scoprire.

I Tags hanno il vantaggio della brevità: un solo sedicesimo, una dimensione tascabilissima, una lettura veloce. L’ideale lettura da spiaggia o da interstizio (autobus, metropolitana). Certo, ancora la veste grafica e l’impaginazione non sono del tutto messe a punto, ma la definizione verrà.

Intanto potete godervi questi primi numeri, a basso costo, come piace a noi maori, e vedere cosa si agita nel sottobosco degli scrittori emergenti e dell’editoria indipendente siciliana.

  • http://zecche.ilcannocchiale.it giorgio

    grazie Livia, ‘u signuri tu paia!!!!

  • http://zecche.ilcannocchiale.it giorgio

    grazie Livia, ‘u signuri tu paia!!!!

  • Pingback: Collana microlit - 18:30 edizioni | LiBlog

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple