Case Editrici Indipendenti – La Nuova Frontiera

Scritto da: il 28.06.08
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

Logo @lanuovafrontieraOggi parliamo di un’altra casa editrice indipendente, La Nuova Frontiera, editrice romana; si occupa principalmente di letteratura in lingua spagnola e portoghese.

Liberamente è la loro collana principale, dedicata alla narrativa contemporanea di area iberica; nasce dalla volontà di offrire ai lettori italiani esperienze letterarie provenienti da bacini culturali affini (Spagna e Portogallo), ma anche dall’Africa lusofona e dallo sconfinato continente latinoamericano,con una particolare attenzione per gli autori chicanos degli Stati Uniti.

Le collaborazioni che la contraddistinguono sono davvero prestigiose, firmate da autori di fama internazionale, come Andrea Camilleri, Antonio Muñoz Molina, José Saramago e Dacia Maraini.

Riporto uno spezzone dell’editore stesso:

A dare un decisivo apporto all’identità della casa editrice è stata soprattutto la scelta di puntare su nuovi autori; autori ancora poco conosciuti in Italia, ma dalle grandi potenzialità. Nel catalogo, infatti, scrittori di successo come Felípe Benítez Reyes, Justo Navarro o Jaume Cabré – il quale recentemente, nell’ambito del premio Roma, ha ricevuto la menzione d’onore grazie al suo romanzo Le voci del fiume – senza dimenticare poi la pubblicazione di Lusofônica, l’antologia della nuova narrativa in lingua portoghese, e di tutte le opere di José Luís Peixoto, vincitore del Premio Saramago 2001. Una speciale attenzione, inoltre, si rivolge anche alla nuova generazione di romanzieri africani, tra i quali si distinguono Paulina Chiziane e José Eduardo Agualusa.

A partire dal 2004 Liberamente ha inaugurato un nuovo filone dedicato alla letteratura chicana, in particolare alle opere di Sandra Cisneros (Caramelo, Fosso della Strillona, La casa di Mango Street), la voce femminile più significativa di questa letteratura di frontiera.

Alla collana di narrativa Liberamente si affiancano una collana di romanzi storici Il Basilisco, per scoprire i grandi autori delle letterature iberiche, e una collana di saggi e studi critici sulla cultura iberica. Infine, Otra vez, collana che raccoglie i nostri successi in formato tascabile. Le ultime novità in libreria: I pesci dell’amarezza dello scrittore basco Fernando Aramburu, Il venditore di passati dell’angolano J. E. Agualusa, e infine Patagonia ciuf ciuf dell’argentino Raul Argemì.

A breve vi farò avere qualche recensione.

Commenti non consentiti

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple