78 ragioni per cui il vostro libro non verrà mai pubblicato (ispirato al libro omonimo)

Scritto da: il 24.03.09
Articolo scritto da .

Riprendendo un vecchio elenco fatto in occasione dell’uscita di 78 ragioni per cui il vostro libro non verrà mai pubblicato, ecco la mia personalissima classifica:

  1. Non l’ho mai scritto.
  2. Non ho un nome d’arte abbastanza valido.
    Avevo pensato “Noemi T”, ma poi è uscito “Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire”, e mi accusano di plagio.
    Avevo pensato Noemi Carroll, ma stessa storia.
  3. Non avrà un titolo abbastanza valido. Volevo chiamarlo “Un libro che pubblicherebbero nonostante ci siano settantotto ragioni per non pubblicarlo”. Ma è troppo lungo. Provo con l’acrostico?
  4. Non sono più abbastanza giovane, perché possano pubblicizzarlo come l’opera prima di una bambina prodigio.
  5. Non sono ancora abbastanza vecchia, perché possano pubblicizzarlo come l’opera di una saggia donna del ventunesimo secolo che scruta con lucida saggezza il decadere del suo tempo.
  6. Non sono abbastanza inserita nella politica moderna, perché qualcuno sia disposto a pagare per leggere le stupidaggini che sono capace di scrivere.
  7. (anche detto corollario del 6). Sono abbastanza inserita nella politica moderna e non scrivo idiozie. Ho pagato qualcuno perché dicesse per me qualcosa di sensato; ma non sarebbe il mio libro ad essere pubblicato, in questo caso.
  8. La mia Musa ispiratrice è molto cara a Zeus. – ehi, psssst…siamo in uno Stato Cattolico. Non farti raccomandare da una divinità pagana, per di più estinta! -.
  9. L’ha già scritto qualcun altro. Solo che l’ha fatto molto meglio.
  10. Le ragioni per non pubblicarlo dalla decima alla trentesima sono state inghiottite da una falla spaziotemporale. Ma erano delle ragioni validissime e non credete che il libro verrà pubblicato solo perché mancano delle ragioni per non pubblicarlo!
  11. Era un romanzo dell’orrore, ma verso metà mi sono spaventata e non sapremo mai come finisce.
  12. Era un giallo così complicato che ho dimenticato chi era l’assassino! Ne ho scelto uno a caso ma la trama non tornava più.
  13. Alla fine si rimettono insieme; non possiamo trasmettere questo messaggio ai giovani. Guai se credessero nell’eternità dell’amore! Siamo editori, ma anche avvocati divorzisti.
  14. Sono tutti troppo onesti, non è davvero un romanzo storico sulla politica italiana degli ultimi decenni!
  15. Il libro non corrisponde alla nostra linea editoriale. Ci aggiriamo intorno ai 48, ne pesa almeno settanta!
  16. Non pubblichiamo schifezze! Ci limitiamo a mangiarle. Come contorno ci suggerisce?
  17. Troppi aggettivi.
  18. Ehi… ma gli aggettivi?
  19. I segni di punteggiatura non sono messaggi subliminali Morse. Puoi usarli!
  20. Quando i punti e le virgole sono i tre quarti del numero delle battute, c’è qualcosa che non va.
  21. Il nostro editor ha tentato di correggerlo. Ora è in analisi e quando vede un libro si innescano in lui tendenze omicide.
  22. La grammatica non è un’opinione. No, neanche se il libro è tuo.
  23. Sai perché il Canti di Leopardi non si chiamano Canti di Noemi? Ecco, brava…
  24. È lo stesso motivo per cui sulla copertina di “Guerra e Pace” non c’è scritto il tuo nome.
  25. Sì, anche il “Piccolo Principe”, l’hanno già scritto.
  26. Le faremo sapere.
  27. Tu, tu, tu…
  28. Servizio di segreteria telefonica, buona sera! Se vuole informazioni sulla nostra linea editoriali, prema 1! Se vuole acquistare le nostre edizioni, prema 2! Se è quell’idiota che ha scritto la vaccata sulla guerra tra orchi siculi e elfi del Piemonte, la preghiamo di riagganciare.
  29. Dopo aver letto il suo libro, abbiamo capito che non c’è davvero speranza per l’editoria. Ora gestiamo una fabbrica di barchette di carta in Alaska. Grazie per averci illuminato (ah, le sue pagine sono particolarmente adatte a scivolare sul ghiaccio, ci indicherebbe la tipografia?).
  30. Le ragioni dalla cinquantesima alla settantacinquesima sono un segreto editoriale. Ma sono tutte valide, e se proprio desidera saperle, le indicheremo il nostro editore corruttibile.
  31. Non ti bastano quelli che ti abbiamo già dato? Beh i tuoi personaggi sono tutti uguali. Se hai tutti questi problemi con te stesso, invece di tediarci, vai da uno psicologo!
  32. Ritorna al via! (e se è possibile, porta con ‘sta schifezza, va…).
  33. Se qualcuno è riuscito a leggere le mie idiozie fino a qui, e non è psicolabile, forse dovrei scriverlo davvero. Ma con tutti questi motivi per non pubblicarlo, passo.
  • http://www.canidacuccia.it Ignax

    Grande NOE!

  • http://www.canidacuccia.it Ignax

    Grande NOE!

  • Elfo

    Eh eh…sei troooppo buffa! ^^

  • Elfo

    Eh eh…sei troooppo buffa! ^^

  • Noe

    Questa Noemi è evidentemente psicopatica.
    :-p

  • Noe

    Questa Noemi è evidentemente psicopatica.
    :-p

  • tomtraubert

    Ahem, a me la storia degli orchi siculi e degli elfi piemontesi francamente intrigava, sarò normale???

  • http://vladsandrini.com Vlad

    Molto azzeccato :-) Gli aggettivi qualificativi potrebbero diventare il nuovo combustibile ecologico, non c’è mai penuria.

  • http://vladsandrini.com Vlad

    Molto azzeccato :-) Gli aggettivi qualificativi potrebbero diventare il nuovo combustibile ecologico, non c’è mai penuria.

  • http://liblog.blogdo.net Livia

    Io mi ritrovo al punto 21 (ovviamente nella parte dell’editor).
    Noemi, sei sicuramente psicopatica, ma ti amiamo per questo. Se mi autorizzi tiro fuori dal mio hard disk tutte le tue scem… ops, le meraviglie che hai scritto. :D

  • http://liblog.blogdo.net Livia

    Io mi ritrovo al punto 21 (ovviamente nella parte dell’editor).
    Noemi, sei sicuramente psicopatica, ma ti amiamo per questo. Se mi autorizzi tiro fuori dal mio hard disk tutte le tue scem… ops, le meraviglie che hai scritto. :D

  • http://bosina.net Bosina

    Io invece mi ritrovo al numero cinque e, purtroppo, anche al numero uno. Al numero sette per metà perché ahimè non ho ancora pagato nessuno per farmi da portavoce… e al numero otto, anche se sostituirei il termine “cattolico” con “cattomassone”: l’unica divinità da cui ci si può proficuamente far sponsorizzare è il dio denaro…

    Sei forte.

  • http://bosina.net Bosina

    Io invece mi ritrovo al numero cinque e, purtroppo, anche al numero uno. Al numero sette per metà perché ahimè non ho ancora pagato nessuno per farmi da portavoce… e al numero otto, anche se sostituirei il termine “cattolico” con “cattomassone”: l’unica divinità da cui ci si può proficuamente far sponsorizzare è il dio denaro…

    Sei forte.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple