Raduno Bookcrossing

Scritto da: il 31.05.08
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

La realtà del bookcrossing mi affascina, pur non riuscendo ad aderire completamente al loro ideale. Io sono un’amante - pertanto gelosa – di tutti i miei libri (alcuni amici mi chiamano “feticista del libro”). Scelgo personalmente edizioni, titoli, formati. e anche quando uno di loro non incontra il mio favore, lo conservo, conscia che potrei apprezzarlo, in un momento diverso.

Loro, i bookcorsari, hanno un coraggio che io non ho, un amore per la lettura più grande del mio, che li porta a rinunciare ad un libro in favore della possibilità che un altro, ritrovandolo, se ne appassioni. Da oggi e fino al 2 giugno hanno organizzato un raduno, che è un buon modo e momento per conoscerli.

  • 7° Incontro nazionale dei bookcorsari italiani – GENOVA

Sabato 31 maggio

mattino giri in città accompagnati da “veri” zeinesi
ore 13,00 – Porto Antico – appuntamento per il pranzo davanti al bigo
ore 17,00 – libreria Finisterre – piazza Truogoli di Santa Brigida
presentazione di Naviglio Blues (Fratelli Frilli Editori) di Adele ‘Lisa’ Marini, bookcrosser milanese già autrice di Milano, solo andata (vincitore del premio Azzeccagarbugli 2006)
presentazione di Niente baci alla francese (Ugo Mursia Editore) di Paolo Roversi, già autore di Blue Tango e La mano sinistra del diavolo (vincitore del Premio Camaiore di Letteratura Gialla 2007 e finalista del Premio Franco Fedeli 2007).
ore 19,00 – piazza Truogoli di Santa Brigida
concerto acustico con fisarmonica (molto blues)
cena zingara – dopo la presentazione
ognuno prende quello che preferisce da farinataro/tortaro/focacciaro e si mangia tutti insieme al porto prima del trah reading
(naturalmente è stata prevista un’alternativa in caso il tempo non permetta di stare all’aperto)
ore 22,00 – Arena del mare – Area Porto Antico (in fondo ai magazzini del cotone)
Trash-reading (letture dai peggiori libri della nostra vita): preparate le perle di rara bruttezza :D
Elezione a furor di popolo del trash-book(corsaro) 2008

Domenica 1 giugno

mattino giri in città accompagnati da “veri” zeinesi
ore 9,30 – Acquario – Ognuno prenota per sé, poi si fa la visita tutti insieme. Organizzazione qui.
Biglietto (solo ingresso all’acquario): 16 euro (ricordiamo che c’è la possibilità di utilizzare i punti Esselunga).
ore 13,00 – Porto Antico appuntamento per il pranzo davanti al bigo
ore 15,00 – Stanza della Poesia – piazza Matteotti
presentazione di librinprestito direttamente da Franca Berbenni (pedonebianco)
ore 15,30 – Stanza della Poesia – piazza Matteotti
Megaliberazione bookcorsara: Piazza Matteotti “invasa” da libri liberi
a seguire: Grande Book-Caccia al Tesoro (il tesoro nascosto nei libri)
cena – luogo in corso di definizione
cena seduti, spesa tra i 20 e i 30 euro, prenotate entro il 23 maggio che così si potrà definire più precisamente!
nel corso della cena, conclusione del V cimento letterario bookcorsaro
dopocena gioco del bookcrossing importato dall’ eMcuentro spagnolo direttamente per voi da il-picchio, el tano e last-unicorn

Lunedì 2 giugno

ore 9,30 in poi – in corso di definizione
Picnic corsaro al mare o ai monti (se volete far assaggiare la vostra specialità culinaria siete solo i benvenuti!)

  • http://www.myspace.com/accavallavacca etnagigante

    Ci sono tanti modi di fare bookcrossing. C’è quello “puro”, che consiste nel “liberare” un libro perchè sia trovato da un altro lettore e c’è quello spurio, che consiste nel far girare un libro tra persone desiderose di leggerlo, per poi magari farlo tornare da chi ha messo in circolazione il libro, un po’ come prestare un libro a degli amici, anche se non li si conosce personalmente e stanno in giro per l’Europa.
    Capita sia di liberare seconde copie di un libro che si è tanto amato che di liberare un libro a cui non pensiamo di dedicare una seconda lettura; allora, piuttosto che fargli prendere polvere su uno scaffale lo si lascia “in the wild” o in zone di scambio.

  • http://www.myspace.com/accavallavacca etnagigante

    Ci sono tanti modi di fare bookcrossing. C’è quello “puro”, che consiste nel “liberare” un libro perchè sia trovato da un altro lettore e c’è quello spurio, che consiste nel far girare un libro tra persone desiderose di leggerlo, per poi magari farlo tornare da chi ha messo in circolazione il libro, un po’ come prestare un libro a degli amici, anche se non li si conosce personalmente e stanno in giro per l’Europa.
    Capita sia di liberare seconde copie di un libro che si è tanto amato che di liberare un libro a cui non pensiamo di dedicare una seconda lettura; allora, piuttosto che fargli prendere polvere su uno scaffale lo si lascia “in the wild” o in zone di scambio.

  • http://liblog.bloglist.it/ livia

    questa delle seconde copie mi sembra un’opzione a me più congeniale: lo faccio già regalando copie dei libri che ho amato ai miei amici.

  • http://liblog.bloglist.it/ livia

    questa delle seconde copie mi sembra un’opzione a me più congeniale: lo faccio già regalando copie dei libri che ho amato ai miei amici.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple