Presentazione di AL DIAVUL, Bertante

Scritto da: il 03.06.08
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

Segnaliamo che domani, 4 giugno 2008, alle 18:30, si terrà a Milano nella libreria Feltrinelli di piazza Piemonte la presentazione del romanzo Al Diavul di Alessandro Bertante, edito da Marsilio Editori.

La presentazione sarà a cura di Giuseppe Genna e Antonio Scurati, e sarà presente l’autore. Riporto dalla presentazione di Marsilio:

L’epopea avventurosa e romantica di un rivoluzionario italiano tra l’Italia del Ventennio e la Spagna lacerata dalla guerra civile

Campagna alessandrina, primo decennio del Novecento. Errico Nebbiascura, figlio di Ruggero, fabbro del paese e anarchico schedato dalla polizia, viene al mondo con un occhio viola, segno di distinzione e presagio di sventura. La sua infanzia si compie tra i giochi nei campi e la fornace del padre, in un mondo magico e ancora arcaico, cullando poi, durante l’adolescenza, sogni avventurosi e rivoluzionari nell’Italia del biennio rosso e delle lotte operaie.
Ma l’avvento del fascismo lo soffocherà in una cupa realtà di rassegnazione. Fino alla improvvisa partenza, al lungo viaggio verso la Spagna, dove insieme alla sua compagna Marisol, vivrà da protagonista le diverse fasi della guerra civile, prima nella Barcellona libertaria e poi nella “Columna de Hierro”, la leggendaria colonna anarchica del fronte aragonese.

Incantato dalla vita e sconfitto dal destino, Errico compierà un tragico percorso verso l’abisso, scoprendo l’anima maledetta di Al Diavul.

Storia epica e romantica, Al Diavul racconta di un sogno e di un amore infinito, un sentimento assoluto che diventa il motore di una vicenda simbolo delle pulsioni del Novecento, il secolo delle moltitudini in lotta. Con un linguaggio nitido ed evocativo, Alessandro Bertante dà vita a una storia appassionante, orgoglioso inno alle illusioni perdute.

«Il popolo di Barcellona è padrone della città.
Sono le due del pomeriggio del 20 luglio 1936.
Comincia la Rivoluzione»

Alessandro Bertante è nato ad Alessandria nel 1969. Scrittore e critico letterario, da sempre vive e lavora a Milano. Nel 2000 ha pubblicato il romanzo Malavida (Leoncavallo Libri), nel 2003 ha curato per la Piemme la raccolta di racconti 10 storie per la pace, nel 2005 è uscito il saggio Re Nudo (nda Press) e nel 2007 il saggio Contro il ’68 (Agenzia x). Collabora con «la Repubblica», «Liberazione», «Satisfiction» e «Pulp», ed è condirettore artistico del festival letterario Officina Italia.

Commenti non consentiti

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple