128 battute

Scritto da: il 14.11.09
Articolo scritto da . Io sono Livia, classe 1980, e ho un problema con la lettura: leggo sempre, leggo tutto, leggo troppo. Ho contratto questo morbo da bambina, ma non esistendo un vaccino si è cronicizzato. Ho letto anche per lavoro, all'interno di una casa editrice. Credo che leggere sia sempre un bene, e che ci sia il libro "giusto" per ogni persona. E questo è ciò che voglio fare per gli altri internauti: metterli in contatto col libro che li sta aspettando. In alternativa la gestione di questa gabbia di matti mi aiuterà per quando diventerò imperatrice del mondo, supportata da Leto e Minerva.

I social network ormai prendono piede anche nei concorsi letterari: è il caso di 128 battute, indetto da Feltrinelli utilizzando il famosissimo Twitter.

“L’unica cosa che valga la pena di fare, oggi, è l’essere moderni”
Oscar Wilde
64 battute

“Non sono un atleta. Ho cattivi riflessi. Una volta sono stato investito da un’auto spinta da due tizi”
Woody Allen
104 battute

“(I Can’t Get No) Satisfaction”
Mick Jagger e Keith Richards
30 battute

Loro ci sono riusciti….
tu con meno di 128 battute cosa sei capace di scrivere?
la feltrinelli ti invita a 128 battute, primo concorso di microletteratura

la Feltrinelli.it lancia il primo concorso di microletteratura che premia la sintesi, la sagacia e la creatività.
Partecipare è semplice. A partire dal 9 novembre 2009, fino al 14 febbraio 2010, invia al profilo www.twitter.com/128battute un aforisma, una storia, una freddura, un proverbio, una poesia….insomma tutto quello che riesci pensare, iniziare e finire in solo 128 battute.
I 128 microracconti più originali saranno selezionati dalla giuria di la Feltrinelli e pubblicati in un volume distribuito a partire dal 21 marzo nei punti vendita la Feltrinelli e RicordiMediaStores di: Milano, Torino, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Palermo. Il prezzo ammonterà alla somma simbolica di 1 euro, e l’incasso sarà devoluto all’Associazione SightSavers, che sostiene progetti in favore della formazione scolastica di bambini nati ciechi nelle regioni più povere del mondo.
Come si fa a mandare un microracconto a www.twitter.com/128battute? Il processo è semplice e gratuito: hai tre alternative:

  • Scrivi un twit dal tuo profilo nello spazio What Are you doing che inizi con @128 battute
  • (es. @128 battute L’unica cosa che valga la pena di fare, oggi, è l’essere moderni). Nel conteggio delle 128 battute non è contata l’intestazione @128 battute;
  • Invia un messaggio diretto al profilo www.twitter.com/128battute senza superare il tetto delle 128 battute;
  • Invia una mail a 128battute@lafeltrinelli.it specificando nell’intestazione il nome o il nick dell’autore.

Tutti i microracconti che saranno inviati tra il 5 novembre 2009 e il14 febraio 2010, saranno pubblicati sul profilo www.twitter.com/128battute.
I primi 5 racconti saranno inoltre premiati con un buono di 100 euro, così ripartiti: 50 euro da spendere nei punti vendita la Feltrinelli e RicordiMediaStores, e 50 euro da spendere sul sito LaFeltrinelli.it.
la Feltrinelli si riserva di non pubblicare o cancellare racconti lesivi alla persona o che violino le vigenti normative sulla privacy o sul Copyright.

L’adesione/partecipazione da parte vostra comporta il tacito assenso al trattamento della vostra immagine ed alla pubblicazione delle stesse all’interno dei nostri siti web, forum o dove lo ritenessimo necessario (altri siti, riviste del settore) con lo scopo di pubblicizzare l’iniziativa. Non si accetteranno a posteriori richieste di oscuramento, taglio e quant’altro (fatti salvi casi particolari previsti dalla Legge) in quanto avvertiti preventivamente.

Via Dario Salvelli

  • http://wdsucks.altervista.org Izzy

    Beneeeee. Ogni giorno che passa odio sempre di più i social network, e ci fanno pure un concorso >.<
    Che poi si va da un estremo all'altro: dal non pubblicare assolutamente racconti corti, al voler pubblicare messaggini alla Twitter. Poi magari qualche frase può essere incisiva e valere, ma centoventotto?!

  • http://wdsucks.altervista.org Izzy

    Beneeeee. Ogni giorno che passa odio sempre di più i social network, e ci fanno pure un concorso >.<
    Che poi si va da un estremo all'altro: dal non pubblicare assolutamente racconti corti, al voler pubblicare messaggini alla Twitter. Poi magari qualche frase può essere incisiva e valere, ma centoventotto?!

  • http://liblog.blogdo.net Livia

    Credo cerchino di emulare il vecchio (e perfetto) romanzo in sei parole di Hemingway: “For sale: baby shoes, never worn” [Vendesi: scarpe per neonato, mai usate].

  • http://liblog.blogdo.net Livia

    Credo cerchino di emulare il vecchio (e perfetto) romanzo in sei parole di Hemingway: “For sale: baby shoes, never worn” [Vendesi: scarpe per neonato, mai usate].

  • http://writersdream.org Ayame

    Posso dire che mi sembra assolutamente inutile?:D

  • http://writersdream.org Ayame

    Posso dire che mi sembra assolutamente inutile?:D

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple