News, Amurri e Verde

Scritto da: il 16.04.10
Articolo scritto da . Nato a Padova due mesi dopo l’uscita di Atom Heart Mother. I due eventi non sono correlati ma è per aiutare i più sagaci a capire la mia età e che cd non regalarmi per il mio compleanno. Non mi piacciono: le sovraccoperte dei libri sgualcite e ingiallite, le scatoline dei cd coi dentelli spezzati, le “orecchie” per segnare la pagina. Lavoro, disegno, scrivo, sento musica, vedo gente e faccio cose, tutto questo quasi sempre a Padova.

Ho già parlato di Antonio Amurri, umorista e autore televisivo che firmava fra gli anni 60 e gli anni 80 programmi radiofonici e televisivi di grande successo (quando la tv aveva ancora degli autori veri e non si affidava totalmente a format d’importazione) oltre a libri e romanzi caratterizzati da un humour garbato e quasi british.

A un certo punto della sua carriera poi ebbe anche occasione di fare tv dall’altro lato della telecamera, in coppia con un altro grande autore storico della televisione italiana, Dino Verde. I due infatti erano conduttori oltre che autori di una sorta di progenitore di Striscia la notizia, l’Amurri & Verde News.

Si trattava anche qui di una striscia quotidiana, un simil-notiziario satirico che benché privo dell’intento di denuncia che caratterizza il programma di Antonio Ricci, ne costituisce certamente il precedente più significativo. Questo volume (che ha avuto anche un secondo episodio) ne raccoglieva i testi, in forma di brevi notizie flash che sono poi quasi sempre freddure che prendevano di mira protagonisti più o meno in vista della politica, della cultura e dello spettacolo italiani.

Alcuni di questi personaggi sono oggi dimenticati, alcuni sono defunti, altri sono ancora inquietantemente presenti. Altri ancora sono stati semplicemente sostituiti da dei loro moderni omologhi, in maniera se vogliamo ancora più inquietante.
Pensiamo a questa battuta abbastanza tipica su Craxi:

“Appreso che un corteo di commercianti aveva occupato per protesta il Tempio di Pausania, Bettino Craxi si è precipitato nella zona per scacciare i mercanti dal tempio.”

Facile, credo, immaginare chi prenderebbe oggi il posto di Craxi.
Altre, come le battute su Mike Bongiorno, sono passate proprio alla storia:

“Cultura. Invitato a leggere il Nuovo Testamento, Mike Bongiorno ha dichiarato: «­Perché, sono compreso fra gli eredi?»”

Certo molto spesso sono risate a denti stretti, ed è oggi un reperto geologico questo librino, però racconta un bel pezzo di storia della politica e del costume italiani, e sovente tocca constatare come aggiornando appena qualche nome certe battute e certe situazioni potrebbero essere riproposte pari pari anche oggi. E rilette con lo stesso piacere. E un calice di Pinot bianco.

Commenti non consentiti

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple