Miss Tippy, Lambert

Scritto da: il 02.06.09
Articolo scritto da . Non c'è Compagnia senza un elfo, perciò - aderendo al contratto nazionale delle Orecchie a Punta - eccomi qua. Ho anche un nome normale, Alessandra, ma quelli che mi chiamano così si contano sulla punta delle dita. Voglio salutare papà, mamma, e tutti quelli che mi hanno permesso di arrivare fin qui...cosa? Non è il Festival di Sanremo? E va be', dai, siate buoni!!! ;)

Miss Tippy – Janet LambertOggi torno a rovistare nel mio vecchio baule e ne tiro fuori il secondo libro della saga familiare che Janet Lambert ha iniziato con “Penny Parrish” (di cui potete trovare la recensione su questo blog): il titolo è Miss Tippy e si riferisce al nomignolo della sorella minore di Penny, Andrea Parrish, che qui assume il ruolo di protagonista.

Ancora una volta ci troviamo davanti ad un’ambientazione tipicamente militare, ma in questo caso lo sfondo si sposta dall’America alla Germania, paese in cui il colonnello Parrish viene inviato con la moglie e la figlia più giovane. L’impatto della protagonista con l’Europa devastata dalla guerra rende questo romanzo assai meno lieve del precedente. Non fraintendetemi: sia i Parrish che coloro che ruotano loro attorno restano belli e perfetti come sempre, ma qui abbiamo una serie di riflessioni molto più profonde sulla realtà in cui i personaggi si trovano calati loro malgrado.

Il libro inizia con Tippy adolescente, circondata dalla famiglia e dagli amici affettuosi, tra cui l’innamoratissimo Peter. La ragazzina viene strappata alla sua rassicurante realtà e dalla sua patria per essere catapultata in un paese straniero dove, nonostante i privilegi della sua cittadinanza, entra in contatto – forse per la prima volta – con il dolore. A questo si aggiunge il primo amore, nei panni di un giovane tenente di nome Ken Prescott.

La delicatissima storia tra Tippy e Ken, destinata purtroppo ad una fine tragica, occupa la parte centrale del romanzo. Ma la fine di questo sogno e l’esperienza di dolore che segnano la vita di Tippy fanno sì che il suo carattere si plasmi in maniera molto meno edulcorata e scoppiettante di quanto la Lambert ci aveva dato modo di sperimentare con Penny; in un certo senso, però, lo spazio tolto all’allegria e all’ottimismo è ben speso nello scavare ancora più a fondo la psicologia dei personaggi e a rendere quindi questo libro anche meglio del primo.

Il lettore ritrova tanti nomi a cui aveva già avuto modo di affezionarsi e fa la conoscenza con nuovi “amici”: è molto divertente, infatti, mentre si seguono le nuove avventure, leggere i cenni che vengono fatti all’evolversi di vicende già conosciute (come ad esempio, la nascita dei figli di David e Carrol).

Il linguaggio e lo stile non cambiano: le Edizioni Paoline sono garanzia di estrema correttezza, anche se questo fa suonare i dialoghi talvolta statici e i “Misericordia!” pronunciati come massimo della volgarità al giorno d’oggi suonano un po’ buffi. Tuttavia ricordiamo di avere davanti un classico “per signorine” ed anche se il messaggio che passa non è tra i più moderni (Tippy trova la felicità solo quando corona il suo sogno d’amore) questo romanzo resta a colorare di rosa molte giornate che, altrimenti, sarebbero state grigie ed è per me uno dei ricordi più cari dell’adolescenza.

  • Noe

    Oh no!
    Livia sta rovistando nel suo baule.
    Potrebbe venirne fuori qualunque libro!
    Qualcosa tipo…la borsa di Mary Poppins ma molto più capiente.
    Fuggite ragazzi, fuggite finché siete in tempo!

    Ora me lo leggo.
    Cosa? La storia d’amore finisce male?
    Misericordia!

    :-p

  • Noe

    Oh no!
    Livia sta rovistando nel suo baule.
    Potrebbe venirne fuori qualunque libro!
    Qualcosa tipo…la borsa di Mary Poppins ma molto più capiente.
    Fuggite ragazzi, fuggite finché siete in tempo!

    Ora me lo leggo.
    Cosa? La storia d’amore finisce male?
    Misericordia!

    :-p

  • Elfo

    Veramente il baule è il mio…^^
    Sfotti, sfotti…ma scommettiamo che – se riesci a trovare questo libro, ormai difficile da reperire – ti farà versare qualche lacrimuccia??? ;-D
    Misericordia a tutti!!! :-D

  • Elfo

    Veramente il baule è il mio…^^
    Sfotti, sfotti…ma scommettiamo che – se riesci a trovare questo libro, ormai difficile da reperire – ti farà versare qualche lacrimuccia??? ;-D
    Misericordia a tutti!!! :-D

  • http://liblog.blogdo.net Livia

    Per puntualizzare:
    Il mio baule somiglia di più alla borsa da viaggio del Merlino disney (La spada nella roccia):
    http://www.youtube.com/watch?v=9YTP1uw4K2U

  • http://liblog.blogdo.net Livia

    Per puntualizzare:
    Il mio baule somiglia di più alla borsa da viaggio del Merlino disney (La spada nella roccia):
    http://www.youtube.com/watch?v=9YTP1uw4K2U

  • http://amilanononfafreddo.blogspot.com M

    fantastico, sono una fervente sostenitrice dei “classici per signorine” e questo non lo conoscevo ancora…non c’è come una storia d’amore politically correct per affrontare la sessione estiva di esami! grazie per la dritta!

  • http://amilanononfafreddo.blogspot.com M

    fantastico, sono una fervente sostenitrice dei “classici per signorine” e questo non lo conoscevo ancora…non c’è come una storia d’amore politically correct per affrontare la sessione estiva di esami! grazie per la dritta!

  • Noe

    Ops! Domando perdono per lo scambio di baule.
    M-a.
    Penso che il discorso possa essere simile, no?
    -linguaccia per Elfo-.

    Qualche lacrimuccia?
    Proporrei di farmelo leggere vicino ad un incendio.
    Sarei molto d’aiuto ai pompieri.

    Ma quindi dici che non lo trovo?
    Io ero curiosa!

    (Solo io ho notato che i libri di Livia volano?
    Per fortuna non sono mai stata da lei durante le pulizie o il trasloco).

  • Noe

    Ops! Domando perdono per lo scambio di baule.
    M-a.
    Penso che il discorso possa essere simile, no?
    -linguaccia per Elfo-.

    Qualche lacrimuccia?
    Proporrei di farmelo leggere vicino ad un incendio.
    Sarei molto d’aiuto ai pompieri.

    Ma quindi dici che non lo trovo?
    Io ero curiosa!

    (Solo io ho notato che i libri di Livia volano?
    Per fortuna non sono mai stata da lei durante le pulizie o il trasloco).

  • puffetta17

    non so per quale ragione stamane mi è venuta in mente la storia di Penny e Tippy Parrish.
    Una mia compagna delle medie mi fece leggere la storia di Penny: era talmente deliziosa che mia madre mi regalò il libro Miss Tippy (non so quante volte l’ho letto).
    Ho sempre cercato la parte dedicata a Penny ma senza risultato.
    Sono storie pulite, romantiche e….beh’ rileggerò Miss Tippy.A proposito non ho detto che ho appena compiuto 66 anni……..

  • puffetta17

    non so per quale ragione stamane mi è venuta in mente la storia di Penny e Tippy Parrish.
    Una mia compagna delle medie mi fece leggere la storia di Penny: era talmente deliziosa che mia madre mi regalò il libro Miss Tippy (non so quante volte l’ho letto).
    Ho sempre cercato la parte dedicata a Penny ma senza risultato.
    Sono storie pulite, romantiche e….beh’ rileggerò Miss Tippy.A proposito non ho detto che ho appena compiuto 66 anni……..

  • Elfo

    Puffetta l’unica speranza è che tu trovi un negozio delle Paoline e chieda se per caso, tra le rimanenze di magazzino, abbiano ancora “Penny Parrish”. Oppure affidati a e-bay, magari qualcuno ha svuotato uno scaffale!

  • Elfo

    Puffetta l’unica speranza è che tu trovi un negozio delle Paoline e chieda se per caso, tra le rimanenze di magazzino, abbiano ancora “Penny Parrish”. Oppure affidati a e-bay, magari qualcuno ha svuotato uno scaffale!

  • Bruno Alida

    neppure io conosco la ragione per cui proprio oggi mi son tornate in mente le storie di Penny e Tippy Parrish. Beh, mia cara, intendo rileggere tutti e due i libri, e con tanto piacere dico di avere 64 anni……..Mi erano piaciuti tantissimo tanti tanti anni fa, letti e riletti, perchè non farlo ancora ?

  • Mia1950

    che bello trovare ‘fan’ di Penny e Tippy !!! mi sembrate vecchie amiche! Ai miei tempi (ho 63 anni) ero l’unica in classe mia  a sognare su quei libri e a divorarli !! 
    Anche io li ho riletti tante volte e non nascondo che ho cercato su internet il nome di J.Lambert proprio perchè mi è venuta..la nostalgia di quel tempo e di tutto ciò che quei libri hanno rappresentato per me.
    Grazie, ‘ragazze’ della mia generazione, per questa ventata di gioventù e di  levità che mi avete regalato con il vostro entusiasmo immutato.

  • Pingback: provide free blogs after a simple registration.how

  • Lorena Milano

    Pensavo di essere l’unica ad avere letto un libro delicato e di altri tempi come “Miss Tippy”, ma noto con piacere che siamo in tante! Me lo regalarono per la prima comunione e divenne la mia bibbia, la mia coperta di Linus, lo rileggevo in continuazione! Resistevo sei mesi e poi “dovevo” rileggerlo”! Fino all’adolescenza credo di averlo riletto almeno un centinaio di volte..poi lo misi, a malincuore, da parte, chiudendo il capitolo “infanzia” insieme a lui!

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple