Alien: dentro l’alveare, Sheckley

Scritto da: il 10.09.09
Articolo scritto da .

Alien dentro l'alveare – Robert SheckleyRecentemente mi sono accorto di essere un lettore metereopatico: quando c’è freddo mi piace leggere romanzi fantasy (sarà per l’alito dei Draghi?) e quando il sole picchia impietoso è nei mondi del futuro che mi rifugio, mondi pieni di fredda tecnologia ma non privi di mostri sbavanti! Direttamente dal vecchio carretto tarmato ecco un romanzo di fantascienza scritto da un vero maestro del genere!

Alien:dentro l’alveare è ambientato in un lontano futuro dove gli Aliens (si proprio quelli dei film con Sigourney Weaver), hanno devastato la Terra ma sono stati cacciati. Durante la susseguente ricostruzione una bella ladra, uno scienziato sfigato e un capitano alcolizzato partono alla volta del pianeta Ar-32 per rubare la pappa reale degli Aliens. Come se non bastasse l’astronave è piena di galeotti ed un’ industria farmaceutica interplanetaria ha deciso che solo lei può mungere (si proprio mungere) i mostri dal sangue acido!

La prima metà di questo breve romanzo di Robert Sheckley sembra, sorprendentemente, più simile ad un libro di spionaggio che ad uno di fantascienza. Non che ci siano spie ma, in compenso è pieno di elementi tipici di quel genere: avventurieri senza scrupoli, imprese disperate, scontri acrobatici a mani nude, esistenze al limite e (non poteva assolutamente mancare) una protagonista tanto bella quanto micidiale.

Nella seconda parte (quella sul pianeta alieno) questa impressione si stempera gradatamente sino a quando la fantascienza prende il sopravvento con l’inevitabile scontro con le creature fameliche. Il tutto narrato con stile gradevole, mai noioso e venato di ironia e umorismo. I protagonisti, ognuno dotato di proprio background, a voler essere pignoli sono un po’ troppo tipici del genere spionistico, ma decisamente accattivanti e simpatici.

Dunque quello che vi consiglio oggi è un libro originale per la sua mescolanza di generi, ben scritto, e dalla gradevole lettura. Adatto a quasi tutti: c’è chi trova sgradevole un mostro che usa gli umani come incubatrice (non capisco proprio perché).

Una fresca lettura a tutti!

  • http://www.blogattelle.it/ massimo (blogattelle)

    -shh!, resti tra noi, ché non godo di grande popolarità da ‘ste parti al momento, ma non solo siamo in due (lettori meteocondizionati) -ne faccio proprio una pratica ossía: iliade odissea d’estate sotto il sole cocente, i russi d’inverno che si batte i denti…

  • http://www.blogattelle.it/ massimo (blogattelle)

    -shh!, resti tra noi, ché non godo di grande popolarità da ‘ste parti al momento, ma non solo siamo in due (lettori meteocondizionati) -ne faccio proprio una pratica ossía: iliade odissea d’estate sotto il sole cocente, i russi d’inverno che si batte i denti…

  • http://gattirandagi.ilcannocchiale.it maxvicius

    L’ho a casa, ma è rimasto a prender polvere perché ho un blocco che mi impedisce di leggere libri tratti da film. Se non sbaglio questo è stato scritto su commisione.

  • http://gattirandagi.ilcannocchiale.it maxvicius

    L’ho a casa, ma è rimasto a prender polvere perché ho un blocco che mi impedisce di leggere libri tratti da film. Se non sbaglio questo è stato scritto su commisione.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple