Tutti gli articoli su criminalità

Appunti per un omicidio – Death Note, Ohba e Obata

Scritto da: il 08.06.08 — 26 Commenti
DEATH NOTE. Un titolo suggestivo, una bella veste grafica, un disegno accurato, amici che te ne parlano bene, e ti ritrovi a sfogliarne qualche pagina. La storia ti prende, inizi ad identificarti col protagonista, coi protagonisti, ed è fatta. E cominci a porti le prime domande. Quando mi approccio ai fumetti trovo spesso un fortissimo deterrente: so qual è il primo volume, ma non ho certezza di quale sia l'ultimo. Non sto qui a citare quanti fumetti, occidentali ed orientali, si siano dilungati in saghe infinite, in cui la trama principale, diluita e rimasticata, si è smarrita in favore della continuità produttiva. C'è da dire che, più in generale, mal sopporto i sequel, i prequel, gli spin-off e tutte queste invenzioni di valenza solamente economica. Per me una trilogia è una trilogia solo se l'autore l'ha concepita come tale. Ben venga l'inter-medialità, la rielaborazione creativa; ma la serialità fine a se stessa no, non la reggo. In questo senso molti fumetti per me diventano "prodotti" e non più opere d'arte. Certo, è più facile riscaldare la minestra di un personaggio già avviato, conosciuto, famoso. Ci vuole coraggio a chiudere una saga senza tornarci su, e non tutti ce l'hanno. Con questo spirito quando mi viene proposto un fumetto chiedo subito: è finito? Sì? DEATH NOTE mi ha attratta perché è già interamente pubblicato, sono 12 volumi, con un tredicesimo di chiose e consigli alla lettura. Per cui corro pochi rischi ad iniziarlo. Dalle prime pagine la trama sembra essere già svelata, con un abile ricorso ad una mitologia della morte mista fra l'orientale e l'occidentale. Per chi avesse voglia di coglierlo, c'è un forte legame col Settimo sigillo di Bergman, fosse anche solo nell'andamento scacchistico del contendere tra i due protagonisti/antagonisti. L e Kira, combattendosi, dibattono i temi della pena di morte, della giustizia in senso lato, dello stato di diritto. Già dal secondo capitolo, ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple