Tutti gli articoli su convenzioni

Un libro ti fa evadere

Scritto da: il 02.12.09 — 8 Commenti
Tengo molto a pubblicizzare un'iniziativa di Round Robin che si ripete nel tempo e a cui potrete aderire anche durante Più libri più liberi a Roma: UN LIBRO TI FA EVADERE - Torna la raccolta in fiera di libri nuovi e usati da destinare alle biblioteche delle carceri. Porta un libro da regalare ai detenuti presso il nostro stand A27! Donando in questo modo un libro ai reclusi si ottiene inoltre il diritto di acquistare un titolo a scelta dal nostro catalogo godendo del 50% di sconto. Un libro ti fa evadere è un'iniziativa volta a promuovere la lettura e la cultura nelle carceri, e si pone come obiettivo quello di donare libri (nuovi o usati) alle biblioteche degli istituti penitenziari, e/o di crearne di nuove laddove queste non fossero presenti. La convenzione è già attiva con l'Istituto Penitenziario di Paola (CS) e con la Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli (NA) per i quali sono stati già raccolti oltre 400 titoli. Aderite numerosi!

Il fantasma della vita – Quel che resta del giorno, Ishiguro

Scritto da: il 05.11.08 — Comments Off
Quel che resta del giorno è un romanzo del 1989 da cui nel 1993 James Ivory trasse un bel film con Anthony Hopkins ed Emma Thompson. Già l'incipit è paradigmatico “It seems” poiché l'apparenza, la convenzione saranno il perno su cui si appoggerà tutta la narrazione in prima persona degli eventi che sono i ricordi del maggiordomo Stevens; ricordi che a poco a poco riaffiorano nella sua mente mente compie un viaggio in macchina nella bella campagna inglese, forse nel migliore periodo dell'anno per farlo, tra agosto e settembre. Un viaggio di piacere, quasi impostogli dal suo nuovo datore di lavoro: l'americano Mr Farraday. Che lo tratta, per la prima volta, come un dipendente che deve – come tutti i dipendenti di questo mondo – godere di un periodo di ferie e non, come era forse sempre stato trattato, come una parte dell'arredamento della vecchia Darlinton Hall. Ma questa inaspettata vacanza lo tira fuori dal suo bozzolo protettivo che era stato finora costituito proprio dalle dignitose apparenze volute e giustificate dalle convenzioni e convinzioni sociali di chi svolge un lavoro come quello di maggiordomo; che non consiste soltanto, come si vede nei film, nel portare in biblioteca il tè o il brandy al lord o al sir di turno, ma è ben altro: significa accollarsi tutte le incombenze amministrative (compresa l'assunzione e il licenziamento del personale) e logistiche di una residenza “patrizia”. Il tutto condotto con un atteggiamento che dà l'impronta e la dignità della casa, del rango e, quindi, del ruolo che questa ha nella società, specialmente nell'alta società. Bozzolo protettivo, si diceva, perché è giusto la consapevolezza del proprio ruolo e del proprio posto nella gerarchia della casa, che faranno da schermo alle emozioni: il forte senso del dovere impedirà e giustificherà Stevens a non assistere ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple