Tutti gli articoli su cioccolato

La metafisica dei tubi, Nothomb

Scritto da: il 11.01.11 — 2 Commenti
I libri di Amélie sono come le ciliegie: uno tira l’altro. Perciò, come promesso, eccomi qui a consigliarvene un altro. Il titolo può sembrare senza senso: La metafisica dei tubi fa pensare ad un manuale per ingegneri mistici, ma in realtà – terminata la lettura – sembra assai meno singolare che ad una prima occhiata. Questo perché tutto il libro è “strano”. Tanto per cominciare si parla di una autobiografia: l’autrice richiama i suoi primissimi anni di vita, quando il padre era console del Belgio in Giappone. Sfido chiunque a rendere interessante l’autocelebrazione di una bambina di tre anni. Per di più, di una che fino al compimento del secondo anno di vita non si è mossa granché, non ha parlato, non ha registrato alcun ricordo: niente di diverso da un tubo, insomma. Eppure, la Nothomb ci riesce con il consueto stile e l’acuto umorismo. A schiuderle le porte della realtà sensibile e dei ricordi è un pezzetto di cioccolato belga, dono della nonna: la delizia è la chiave che porta Amélie dal mondo dei tubi a quello umano. E, da quel momento, la bambina si dimostra assai più intelligente dei coetanei, dandoci la possibilità di osservare attraverso i suoi occhi uno spaccato di vita familiare, ma anche usi e costumi di un paese lontano ed estremamente diverso dal nostro. La brevità del testo non è un limite per questa brava autrice, perché la cura e l’acume espressivo non hanno bisogno di enciclopedie. La scelta delle parole fa pensare ad un continuo lavoro di modellamento, come se il libro fosse una piccola scultura. Questo è un grandissimo pregio, purtroppo non condiviso da tutti: alcuni pensano che sia una forma di “saccenza” che trasuda dalle righe, io penso sia solo un grande rispetto per il lettore. La parte della storia raccontata è accattivante, perché innaffiata ...

Le segnalazioni di Liblog – dal 18/10 al 25/10

Scritto da: il 18.10.08 — 6 Commenti
Questa settimana iniziamo subito col segnalarvi un evento che reputiamo molto importante e che ci teniamo a supportare: Mille voci per Roberto Saviano è un'iniziativa del comune di Roma che prevede la lettura corale e ad alta voce di Gomorra per dare forza alla resistenza dell'autore contro gli "uomini di niente". Per chi si trova da quelle parti l'appuntamento è per giorno 21 ottobre, dalle ore 10.00 alle ore 20.00, presso la Casa della Memoria e della Storia. «Le Associazioni Residenti e la Biblioteca della Casa della Memoria e della Storia invitano tutti i cittadini a partecipare a questa iniziativa di solidarietà, aggiungendo la propria voce: ciascuno leggerà una pagina sulla quale lascerà il proprio nome come simbolo di coraggio e di impegno civile.» Continuano gli eventi culturali per tutto il mese di ottobre. Eventi librari 18 e 19 ottobre - Ravenna La Romagna non è solo la patria indiscussa dei tortellini (io ci vado pazza!) ma anche un terra antica, ricca di folclore e di tradizioni culturali. In una delle sue provincie più popolose, quest'anno si darà vita alla  prima rassegna dedicata alla piccola editoria indipendente. Presso i tre comuni di Bagnacavallo, Bagnara di Romagna e Massa Lombarda il programma prevede una due giorni di presentazioni di libri ed eventi collaterali: spettacoli (con una forte propensione al workshop o allo showcase), proiezioni, letture, animazioni. 18 ottobre - Treviso Si tiene oggi alle 16.00 l'anteprima della fiera dei Libri di marca di Treviso, solitamente organizzata per gli inizi di marzo. Quella di oggi può essere una buona occasione per gli addetti ai lavori di conoscere cosa questa fiera possa offrire e decidere se parteciparvi. dal 22 al 26 ottobre - Civitavecchia Questo mercoledì avrà inizio Un mare di lettere. A cura della Prospektiva edizioni, il festival del libro di Civitavecchia sarà inserito in nuovo circuito letterario Nazionale che ...

Eurochocolate! – Il libro d’oro del cioccolato, Bardi – Pietersen

Scritto da: il 18.10.08 — Comments Off
Oggi inizia Eurochocolate. E come celebrare meglio l'inizio della manifestazione se non con un bel libro di ricette al cioccolato? Il libro d'oro del cioccolato già dal titolo si annuncia come una gustosa lettura. Ora, chiunque sia goloso si dovrebbe munire di una buona dose di insulina prima di leggere il post e il libro. Perché qui si declinano tutte le forme e varianti del cioccolato esistenti, dalle basi concettuali (nascita, nome, produzione) fino alle più elaborate creazioni. Sin dalla prima pagina le immagini commentano con dovizia di particolari forme, consistenze e usi. A dire il vero anche la copertina è piuttosto evocativa: raffigura infatti una tavoletta di cioccolato con tanto di bandella dorata a rappresentare la carta che avvolge il cioccolato. Dai biscotti alle torte, dai salati alle bevande, nulla che sia composto di cioccolato sfugge a queste settecento pagine di ricettario. Ogni pagina contiene una ricetta e la sua relativa (e patinata) illustrazione, con fotografie di altissima qualità. L'estetica del volume è veramente ben curata, e risulta di fattura squisita. Personalmente non ho provato tutte le ricette, e alcune di quelle in cui mi sono cimentata forse erano fuori dalla portata della mia abilità, ma le gradazioni di difficoltà spaziano dall'elementare all'impossibile, quindi potete trovare ciò che fa per voi. La sezione per principianti è veramente piccola, questo libro in qualche modo presuppone che abbiate già una certa dimestichezza con gli arnesi da cucina, considerando che "fare dolci è lavoro da farmacista",  diceva un caro amico chef, intendendo che ci vuole preparazione e precisione. Una lettura caldamente sconsigliata ai diabetici, e consigliata con parsimonia a chi, come me, è davvero troppo goloso.

Scrittura e cioccolato – Workshop

Scritto da: il 06.09.08 — 2 Commenti
Lo so, lo so, ormai è inutile ripetere che sono una persona golosa. Quindi capirete benissimo perché il titolo di questo workshop mi ha attirata immediatamente. Del resto per un'amante del fondente Amedei (giuro che non è una presenza sponsorizzata - ma se mi mandassero il cioccolato non direi di no), la parola cioccolato ha un significato particolare. Scrittura creativa al gusto di Cioccolato è una intera giornata dedicata ad approfondire il legame tra la scrittura ed il cibo degli dei. Riporto il programma così com'è sul sito: Il cioccolato è stata la passione di innumerevoli scrittori: Voltaire, Carlo Goldoni, Stendhal, Manzoni, D’Annunzio. Sono proprio questi nomi celebri e illustri a dare adito alle leggende sulle capacità ispiratrici del cioccolato che, dopo essere stato definito prima cibo degli dei, poi cibo del diavolo, ora potrebbe assurgere al titolo di musa ispiratrice. E’ da queste premesse che nasce il nostro workshop sulla scrittura creativa al gusto di cioccolato: attraverso la creatività e la scrittura faremo un dolce percorso utilizzando tutti i sensi. Lo scopo di questo workshop è quello di risvegliare la nostra creatività e di capire come usarla per comunicare in maniera più efficace, migliorare lo stile e l’uso delle nostre parole imparando a raccontare in maniera polisensoriale. Sperimenterete quanto sia importante saper descrivere le sensazioni e narrare le emozioni per incantare il lettore e rapirlo grazie ad una scelta accurata delle vostre parole. Il cioccolato, i sensi e le emozioni sono pronti per fondersi insieme con le parole per dar vita ad un’esperienza nuova, divertente e affascinante. Non sono necessari particolari requisiti per iscriversi a questo workshop; chiunque può partecipare: scrittori o aspiranti tali, blogger, creativi, amanti della scrittura e ovviamente amanti del cioccolato. Programma del workshop scrittura creativa al gusto di Cioccolato * Noi, i dolci e il cioccolato * La creatività e la scrittura * Sviluppiamo la creatività * Riscopriamo ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple