Tutti gli articoli su calcio rotante

La libridine – I fantasmi delle biblioteche, Bonnet

Scritto da: il 08.04.10 — Comments Off
Di certo ci dev'essere qualche cosa di libidinoso se un appassionato lettore si compra e legge un bel libretto di un editore-scrittore nonché traduttore come Jacques Bonnet che tratta dei problemi di chi legge sul serio e ha a che fare con biblioteche da 20.000 (diconsi ventimila) volumi in su; in questo caso, allora, ci dev'essere qualcosa di più che libidinoso, qualcosa di patologicamente libidinoso. Facendo la somma, tra libri e libidine, vien fuori il neologismo libridine. In Fantasmi delle biblioteche Bonnet non si definisce un bibliofilo né un collezionista, piuttosto un bibliomane (ce ne sono vari tipi), che nella propria libreria vuole avere un po' se non quasi tutto; e questo include anche libri d'arte, fotografici e altro materiale multimediale. Per chi ha una biblioteca casalinga (anche ben fornita) i problemi che incontra per gestirla, benché in misura ovviamente minore, son gli stessi: dove mettere i libri che possono avere formati e misure diversi: si capirà che dai 20.000 in su non basta aggiungere qualche scaffale ove possibile, bisogna pensare a stanze intere se non a locali esterni alla propria abitazione; che categorizzazione seguire per dare a quei libri una collocazione tale da poterli ritrovare con facilità e rapidità. Son gli stessi problemi in cui ci si imbatte quando si decide che struttura dare ad un database: finché si presume gli elementi siano pochi, la cosa è abbastanza semplice, ma le cose si complicano quando si sa già in partenza che la massa di dati da organizzare è di per sé notevole e lo sarà sempre di più col passare del tempo. Purtroppo, per i libri nessun criterio sembra del tutto soddisfacente: bisogna porre in essere saggi compromessi che fan convivere criteri differenti di catalogazione/collocazione. Ma Bonnet non si limita ad affrontare questioni molto pratiche: egli tratta tutti i possibili argomenti inerenti ...

People love Chuck Norris – Chuck Norris ha aperto quella porta, Mist/Dietnam

Scritto da: il 05.06.08 — 3 Commenti
Chi è Chuck Norris? Intendo oltre un tipo che saltuariamente si vede cambiando canale televisivo. Non lo so, e certo i due libelli curati da Mist e Dietnam non mi aiuteranno a capirlo. Ma mi hanno aiutata a fare ginnastica facciale, ridendo a crepapelle per le battute che il non-tanto-famoso ranger si presta a impersonare. Iniziata in America, la mania dei Facts (così si chiamano le battute) presto si è diramata attraverso la rete per tutto il globo. In Italia ha trovato terreno fertile: santi, poeti, navigatori sì, ma anche comici estrosi. I due volumi sono una silloge delle migliori battute, mille in totale, raccolte, introdotte e commentate dai due bloggers. In realtà quello che vedete nell'immagine è solo il secondo, uscito sulla scia del grande successio di I fermenti lattici dello yogurt di Chuck Norris sono tutti morti. Chuck Norris ha aperto quella porta, come ogni sequel, perde un po' della forza esilarante del primo, alle volte riprendendo battute già orecchiate. In compenso aggiunge dei pezzi di altissimo ingegno umoristico. Sicuramente ciò è dovuto all'allargarsi del campione di scelta, data la grande popolarità dei Chuck Norris Facts all'interno ed all'esterno del web: radio, tv, ed il blog originario, ovviamente. Welovechucknorris è attivo da un bel po' ormai, e la sua fama è in continua crescita. Tanti, tantissimi talenti umoristici hanno contribuito al volumetto, rendendolo eterogeneo e anche un po' schizofrenico. E' esattamente il tipo di libro che tengo abitualmente in zone accessibili per quando intendo "staccare" e lasciarmi andare a quattro risate grezze. Perché si potrà anche essere snob, storcere il naso e criticare, ma ci sono effetti comici irresistibili anche per chi ha il naso all'insù. Ed è stato Chuck Norris con un calcio rotante a farglielo.
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple