Tutti gli articoli su booktrailer

Le segnalazioni di Liblog – dal 21/03 al 28/03

Scritto da: il 21.03.09 — 1 Commento
Ancora freddo, ancora marzo, la primavera si fa attendere, ma gli eventi librari cominciano a fiorire. da lunedì 23 a giovedì 26 marzo - Bologna Si terrà al quartiere fieristico uno degli eventi principali per quel che riguarda l'editoria per ragazzi: Bologna Children's Book Fair 2009. Saranno presenti editori, illustratori, agenti, giornalisti, insomma tutte le figure che ruotano intorno al MME (magico mondo dell'editoria). Ospite d'onore di quest'anno la Corea, e come di consueto lo spazio Bologna Ragazzi Award, l'iniziativa che "premia i libri migliori dal punto di vista del progetto grafico-editoriale: nel 2009, alle tre tradizionali categorie di Fiction, Non Fiction e New Horizons, verrà affiancata una nuova sezione permanente "Opera Prima", dedicata alle opere di autori esordienti, per valorizzare il coraggioso lavoro di ricerca con la realizzazione di fresche gemme editoriali e progetti innovativi". giovedì 26 e venerdì 27 marzo - Roma Una serata dedicata al desiderio di sperimentare con i booktrailer nuovi linguaggi e di far divertire con i libri anche e soprattutto in tempo di crisi economica, che porta il nome di Un booktrailer contro la crisi. Traducendo i libri in immagini sulle ceneri di Wall Street e che unisce diversi personaggi noti della filiera del libro e grandi case editrici. Scrittori, editori, produttori e esperti si esibiranno in un happening con reading, proiezione di booktrailer e bevute in compagnia dei lettori. Tra Futurismo e Beat Generation. Informazioni qui. da giovedì 26 a domenica 29 marzo - Messina Messina si fa protagonista con due eventi: la Fiera dell'editoria mediterranea e la Mostra mercato Fumetti & Cartoons, ambedue ospitate dal polo fieristico messinese. Tre giorni che vedranno protagonisti soprattutto i ragazzi con delle ampie sezioni a loro dedicate. da venerdì 27 a domenica 29 marzo - Lione Lo so,  Lione è lontana, ma questa quinta edizione del Festival internazionale Quais du Polar ne vale davvero ...

Inizia il Trailerfilmfest!

Scritto da: il 25.09.08 — 1 Commento
Oggi cominciano i lavori del Trailerfilmfest a Catania, e finalmente potrò approfondire la questione Booktrailer con degli esperti. Per chi volesse seguire la manifestazione ricordo qui il programma: GIOVEDI’ 25 SETTEMBRE UNIVERSITA’ DI CATANIA EX MONASTERO DEI BENEDETTINI - FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA AUDITORIUM TRAILERSLAB Ore 10.00 Presentazione programma Trailers FilmFest Ore 10.30 Workshop: Che cos'è un booktrailer. A cura di Bonsaininja studio. Ore 15.00 Concorso Trailers TRAILERS PROFESSIONAL Ore 16.00 Trailers in anteprima: testing sugli spettatori. Ore 17.00 I mestieri del cinema: Il regista. Incontro con CARMINE AMOROSO Ore 18.00 L’esperienza di Booktrailer Factory: Il concorso per realizzare il booktrailer del romanzo “Novalis” di Giorgio Fontana, edito da Marsilio. Rassegna "I booktrailers: I trailers per promuovere i libri". METROPOLITAN TRAILERS PREMIERE Ore 20.00 Concorso Trailers Ore 21.00 Premio al Miglior Booktrailer Premio Rivelazione dell'anno a CARMINE AMOROSO Proiezione COVER BOY - L’ultima Rivoluzione di Carmine Amoroso con Eduard Gabia, Luca Lionello, Chiara Caselli, Francesco Dominedò, Gabriel Spahiu, Luciana Littizzetto. Alla presenza del regista. Anteprima Film ZOÈ di Giuseppe Varlotta con Francesco Baccini, Monica Mana, Serena Grandi, Andrea G. Pinketts, Bebo Storti, Camillo Grassi. Alla presenza del regista e di Francesco Baccini. VENERDI’ 26 SETTEMBRE UNIVERSITA’ DI CATANIA EX MONASTERO DEI BENEDETTINI - FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA AUDITORIUM TRAILERSLAB Ore 10.00 Workshop: Come si fa un booktrailer. A cura di Bonsaininja studio Ore 15.00 Concorso trailers TRAILERS PROFESSIONAL Ore 15.30 La promozione cinematografica: il web una grande opportunità. Ore 17.45 Tax shelter e tax credit: la spinta economica al cinema italiano. METROPOLITAN TRAILERS PREMIERE Ore 21.00 Premio Miglior locandina My Movies Anteprima trailer “NO PROBLEM” di Vincenzo Salemme con Vincenzo Salemme, Giorgio Panariello e Sergio Rubini. Alla presenza del regista e del cast del film. Medusa presenta in anteprima nazionale: VICKY CRISTINA BARCELONA di Woody Allen con Scarlett Johansson, Penélope Cruz, Javier Bardem, Rebecca Hall, Chris Messina. SABATO 27 SETTEMBRE UNIVERSITA’ DI CATANIA EX MONASTERO DEI BENEDETTINI - FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA AUDITORIUM TRAILERSLAB Ore 10.00 Workshop: Promuovere il cinema con il web. A cura di Xister. Ore 15.30 I mestieri del cinema: Trailersmaker a confronto. Incontro con MIRO GRISANTI ed EDOARDO MASSIERI. Ore 16.45 I mestieri ...

Il booktrailer – parte II

Scritto da: il 23.09.08 — 7 Commenti
La scorsa settimana abbiamo cominciato ad operare una grossolana distinzione fra le possibilità espressive del booktrailer e abbiamo riflettuto sul suo appartenere o meno alla categoria di pubblicità. Restano da discutere il suo significato e la sua validità. Non voglio approfondire il significato del singolo booktrailer ma quello del genere in sé, per quanto  possa sembrare che sia ambiziosa come pretesa. Mi vengono in mente due domande. Qual è il senso di dare una rappresentazione visuale ad un testo scritto? A che esigenza risponde questa trasposizione? Il BT è come un ulteriore paratesto rispetto al prodotto culturale cui si riferisce, ma un paratesto imperfetto e indiretto: se una buona comunicazione pubblicitaria non deve mai prescindere dallo studio del target cui si riferisce, sembra che il BT invece tenda a ignorarlo apertamente. Il BT appartiene ad un modo di comunicare veloce e visivo, tanto quanto il libro attiene ad un modo lento e immaginifico; è quindi probabile che i target di queste due forme di comunicazione non coincidano. Mi chiedo infatti quale sia l'influenza dello spot, magari diffusissimo attraverso Youtube, sull'effettiva vendita del libro: quanti video portano poi all'acquisto del loro prodotto? Come molti lettori il mio personale BT esiste da sempre, ed è un altro: la recensione del critico di fiducia e l'anticipazione mandata in giro dall'editore, l'estratto del primo capitolo, una piccola storia dentro la storia, una buona copertina ed una buona quarta. Vero è che questo non è del tutto possibile via web, ma sembra che ci si stia "attrezzando" con l'utilizzo dell'ottimo strumento Issuu a disposizione online. Credo, ma è solo una opinione, che il BT possa essere un eccellente strumento di diffusione per una determinata categoria di libri, che risponda alla stessa esigenza di comunicazione veloce, oppure  possa ampliare la sua efficacia cambiando un po' la struttura e l'orientamento. Se, infatti, venisse svincolato dall'esigenza ...

Il booktrailer – parte I

Scritto da: il 16.09.08 — 6 Commenti
Si avvicina la fatidica data del Trailerfilmfest a Catania e quindi della scorpacciata di booktrailers che farò. Prima di andare a godermi lo spettacolo, però, è giunto il tempo di pormi e porvi qualche domanda sul booktrailer stesso, sul suo uso, sulla forma, sul significato e sulla validità. Il booktrailer (da ora in avanti solo BT), è bene ricordare, è un cortometraggio incentrato su un libro che trova diffusione spessissimo sul web e molto di rado sui media più tradizionali. Manca ancora una categorizzazione, un punto di vista analitico sulla questione, per cui provo a teorizzare delle distinzioni. Quelli che ho visto finora si possono racchiudere in soli tre tipi: il BT testuale, il BT mimetico, il BT diegetico, il BT ludico (che Floch e Greimas mi perdonino). Il BT testuale, come lascia presagire la parola, è un semplice avvicendamento di frasi tratte dal libro, o immagini di copertina. Discorso un poco più complesso per i BT mimetici e diegetici: nel primo tipo (derivante dal termine mimesis) è la rappresentazione delle scene a trovare posto centrale, nel secondo invece fa da protagonista la voce narrante. Una differenza, se vogliamo, sottile, ma necessaria. Infine il BT ludico (di cui ho visto pochi esemplari): puro esercizio di pensiero laterale, sembra non avere alcun nesso evidente col suo libro di riferimento, benché poi, nella lettura, la connessione risulti chiara. I più attenti avranno sicuramente notato una certa convergenza verso i tradizionali paradigmi della comunicazione pubblicitaria. In effetti una considerazione importante è se sia un prodotto pubblicitario o culturale; dal mio canto io tendo a considerarlo come uno spot: non evidenzia la cultura in sé o i libri in generale, ma uno specifico prodotto-libro, non incentiva la lettura ma l'acquisto di un testo; per questo trovo sia più corretto assimilarlo alla pubblicità, per quanto, per una volta, una pubblicità ...

Coraline, Gaiman

Scritto da: il 24.06.08 — 12 Commenti
Gaiman è un autore poliedrico. Non mi soffermerò a parlare del personaggio, delle tante opere a fumetti o dei romanzi, ma lascerò parlare l'ultimo che ho letto, Coraline. Che non è un errore, non ho sbagliato a scrivere Caroline, sì, è proprio Coraline. Girando su youtube in cerca di booktrailer mi sono imbattuta nel suo, particolarmente ben fatto, e dal carattere riconoscibile. Per una volta il booktrailer ha sortito il suo effetto e, poco tempo dopo, sfogliavo il libretto. Come romanzo è piuttosto breve, e scritto in un corpo largo. Il che lo rende perfetto per i suoi lettori, genitori e figli che si appassionano alle vicende di Coraline. Non è più il tempo dei Musicanti di Brema, e anche le favole devono iniziare a parlare un linguaggio nuovo, disinvolto, lontano da principesse e rospi, fatto di un quotidiano se vogliamo più prosaico, ma dove la strega non è morta, si è solo adattata, trasformata. E dove la consapevolezza della presenza del malevolo è sicuramente forte. Coraline non è una bambina sperduta. Intelligente, volubile, assolutamente normale; anche lei ha dei genitori indaffarati che, se non la ignorano, quantomeno la trascurano. Coraline è anche isolata, senza coetanei intorno, circondata da adulti non troppo disponibili all'ascolto, o a crederle. In questo non è dissimile dai bambini di queste generazioni, così distanti da genitori distratti o troppo impegnati. Così si trova, sola, ad affrontare l'ignoto, diventare eroina di se stessa, facendosi forza lungo le immancabili prove da superare. Come in ogni favola che si rispetti trova il suo insolito aiutante, il falso amico, la sfida. Sarebbe il trionfo degli "analisti" della letteratura: uno schema eterno, ripetuto nuovamente. Ebbene, non ha importanza quanto datato sia lo schema, Gaiman riesce a farlo funzionare. Anche se sappiamo già come finirà, aspettiamo col fiato sospeso le ultime pagine, respiriamo piano, accompagnamo la piccola Coraline fino alla fine. Ci divertiamo, insomma, come bambini. Per chiunque abbia un figlio è una buona lettura da fare e fargli. E per che non ne ha, beh, ci sono mille ...

I booktrailers al Trailers FilmFest – “Booktrailer Factory”

Scritto da: il 13.05.08 — 1 Commento
A molti di noi la presentazione di un libro evoca serate stantie e polverose, pervase da una noia pressoché mortale, con autori e lettori asfittici. Forse anche per questo i booktrailer hanno preso tanto piede da essere diventati una realtà cinematografica a sé, da meritare una categoria specifica nei concorsi e negli eventi filmici. Il booktrailer è un video breve, un paio di minuti, costruito sul modello dei trailer cinematografici, il cui scopo è di evocare attraverso immagini, musica e parole i contenuti e le atmosfere di un libro, accendendo l'interesse dello spettatore e lasciandogli la curiosità di saperne di più. Sempre più utilizzati in paesi come gli Usa, la Gran Bretagna e l'Olanda, dove anche grandi gruppi editoriali e catene di librerie hanno cominciato ad adottarli; in effetti questi originali e innovativi strumenti di promozione, suggestivi e accattivanti come un film o un videoclip e dotati della stessa immediatezza comunicativa, sono in grado di trasmettere il fascino dei libri e della lettura anche al pubblico più giovane, il più difficile da raggiungere per la tradizionale comunicazione editoriale. I booktrailer avranno un ruolo di primo piano all'interno dell'edizione 2008 del Trailers FilmFest, la più importante manifestazione europea dedicata ai trailer cinematografici, che si svolgerà a Catania dal 25 al 27 settembre, con la direzione di Stefania Bianchi. Il Trailers FilmFest, in collaborazione con Marsilio Editori e con la facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Catania, organizza Booktrailer Factory, un grande concorso per la realizzazione di un booktrailer basato sul romanzo Novalis di Giorgio Fontana, che Marsilio pubblicherà a settembre. Il vincitore, il cui video promuoverà ufficialmente il romanzo, sarà ospite alla VI edizione del Trailers FilmFest e potrà partecipare a un workshop sui booktrailer tenuto da Bonsaininja. Si tratta di un'occasione unica per aspiranti cineasti e videomaker di dimostrare il proprio talento e cimentarsi ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple