Tutti gli articoli su ambiente

Attenti a quei libri

Scritto da: il 22.09.10 — 2 Commenti
Quanto incide il nostro consumo di carta sulle foreste? Perché non usare carta riciclata o, meglio ancora, prodotta a partire da altro (alghe infestanti o materiali alternativi alla cellulosa ricavata dal legno? Forse è ancora una questione di denaro, ma si scoprono molte cose interessanti sulla pagina Deforestazione Zero di Greenpeace, che da sempre tenta una sensibilizzazione su certi temi. E forse ora, con l'ebook, i tempi cominciano a essere maturi. Certo, non ci si deve illudere che la produzione degli e-reader sia a impatto zero, ma sicuramente non è come l'inutile e ingiustificata deforestazione. Sul sito troverete un elenco di editori divisi a seconda del loro grado di rispetto per l'ambiente, catalogati da "Amici delle foreste" a "Non classificabili", per darvi un discrimine del modo in cui viene trattato il tema ecologista da ognuno di loro nella filiera della produzione. E non posso fare a meno di pensare a tutti i poveri alberi abbattuti per la Vanity Press e mi viene un po' da piangere, anche se forse per il motivo sbagliato...

Le segnalazioni di Liblog – dall’11/04 al 18/04

Scritto da: il 11.04.09 — 2 Commenti
Eventi vicini e lontani, per questa settimana... martedì 14 aprile - Milano Verrà presentato il prossimo martedì alla Fnac di Milano il libro Quando tutto diventò blu di Alessandro Baronciani, edito dalla casa editrice Black Velvet. Alle ore 18,00 sarà quindi presente l'autore. mercoledì 15 aprile – San Francisco Al PariSoMa di San Francisco si riunisce stasera il meglio del Creative Commons mondiale, al CC Salon, per discussioni e scambi di idee. Saranno spiegati tre progetti - Maneno, Global Lives, Global Oneness Project - e come l'introduzione del CC agevola lo scambio culturale e l'avanzamento. per informazioni e aggiornamenti il link è CC Salon SF. giovedì 16 aprile –  Firenze Selvaggia Velo, di River to river, presenterà giovedì alle 19 presso la Libreria Cafè Meykadeh Gente di Mumbai, di Munmun Ghosh; l'autrice indiana non potrà essere presente, ma non temete, verrà proiettata una video intervista e ci saranno anche altri materiali inediti (non vi diciamo di più, dovete andarci!). venerdì 17 aprile –  Modena Venerdì sera – un significativo venerdì 17 – sarà presentato il romanzo Il 18° vampiro, di Vergnani. Loredana Lipperini sarà la madrina dell'evento, che si terrà alle 19 al Caffè dell'Orologio e vedrà anche interventi di giornalisti, dell'editore e la presentazione di un racconto di Barbolini. dal 17 al 19 aprile - Pisa Si aprono il prossimo venerdì i lavori della manifestazione pisana intitolata Parco Libri e dedicata all'editoria e all'ambiente. Questa terza edizione, come le precedenti, si rivolge infatti a tutti quegli editori particolarmente sensibili ai temi ecologici e che ne contribuiscono la diffusione e la promozione, i quali inoltre contribuiscano a collaborare con gli enti e le aziende impegnate sul campo. Il programma di quest'anno sembra molto interessante, date un'occhiata. venerdì 17 aprile - Roma Alle ore 18,00 presso libreria Odradek verrà presentato il libro Nikolski (edizioni Voland). Saranno presenti l'auore Nikolas Dickner, il traduttore Francesco ...

Le segnalazioni di Liblog dal 07/02 al 14/02

Scritto da: il 07.02.09 — Comments Off
Questa settimana è un po' fastidiosa per tutti: per i single e per gli accompagnati, che si ritrovano sotto assedio di smancerie mielose, costretti a festeggiare l'amore come se esistesse un giorno solo l'anno. Per i bibliofili si tratta di un assedio fatto di eventi. sabato 7 febbraio - Arzachena L'Associazione dei Presídi del Libro della Sardegna patrocina un convegno-dibattito sul tema AMBIENTE: dagli scritti di Antonio Cederna ad oggi organizzato dal circolo culturale La parola e la pietra di Arzachena, per le 10:30 di oggi; per maggiori informazioni potete consultare la locandina. martedì 10 febbraio - Roma Maria Luisa Spaziani, Walter Geerts e Laura Lilli presenteranno alle 17:30 nella Casa delle letterature l'antologia di poesia curata da Maria Cristina Biggio, Luci da Il fosso. mercoledì 11 febbraio - Roma Si fregia della prestigiosa presenza di Tullio De Mauro la presentazione del volume Un altro sessantotto, che si terrà alla Biblioteca di storia moderna e contemporanea alle 17; potete trovare maggiori informazioni sul sito. giovedì 12 febbraio - Roma Oggi, alle 17:30 nella Casa delle letterature, si svolgerà un Workshop con presentazione libraria sull'argomento della scrittura cross-media e sulle nuove forme della narrazione. Potete visionare l'invito qui. sabato 14 febbraio - Torino Trovo che una delle più belle storie d'amore mai scritte sia quella di Cyrano De Bergerac per la sua bella cugina Rossana. I ragazzi del Teatro della caduta metteranno in scena un reading delle parole di Rostand con accompagnamento musicale. Tutto ciò avverrà il prossimo sabato, proprio per la sera di San Valentino nella splendida cornice di palazzo Granieri della Roccia nella centralissima via Bogino alle ore 21,00. Un modo alternativo alle solite noiose cene per fare colpo su una ragazza bibliofila, proprio come me.

Strane letture in rete – il VHEMT

Scritto da: il 20.07.08 — 3 Commenti
Leggere non vuol dire necessariamente aprire un libro. Soprattutto col proliferare di blog e loro trasposizioni cartacee. La domenica di solito la dedico all'esplorazione del web e voglio condividere una chicca con voi, benché di carattere piuttosto stravagante, e certamente non da tutti condivisibile. Parlo del VHEMT, acronimo per Voluntary Human Extinction Movement ovvero Movimento per l'Estinzione Umana Volontaria. Non si tratta di una forma subdola di nazismo o di teorie di sterminio. Il cardine del movimento è quel Volontario messo in prima posizione. Non si parla di distruzione di massa ma di riduzione di massa. I volontari del movimento postulano che l'umanità, per la direzione che ha dato alle proprie attività, è più un danno che una risorsa per l'ecosistema terrestre, il che a mio parere è sacrosanto. Per ridurre il danno al minimo è richiesto un ridimensionamento della popolazione umana, in termini di ecosostenibilità una decrescita, insomma. Non una crescita negativa o zero, ma un'inversione della tendenza alla crescita. Ovvero, riprodursi il meno possibile, anzi se possibile non riprodursi. Si può essere più o meno d'accordo, e non sono qui per stabilire quanto sia giusto, etico, morale. Condivido questa voce perché di sermoni con "andate e moltiplicatevi" ne ho sentiti davvero molti, ma finora non avevo mai sentito nessuno dire il contrario. Vi trascrivo una parte del sito sulla presunta storia del movimento: Quando gli esseri umani dell'Era Glaciale cacciavano animali fino all'estinzione, almeno uno di loro deve avere brontolato con disappunto. Quando la Mezzaluna Fertile divenne un deserto e i Cedri del Libano furono sacrificati per costruire dei templi, qualcuno deve aver pensato «Questo è un cattivo presagio». Quando i Romani tenevano in piedi il loro impero estraendo risorse da zone prossime e remote, sicuramente qualcuno avrà osservato «Humanus non gratis» o qualcosa di simile. Qualcuno deve essersi reso conto che il ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple