Tutti gli articoli su 9788804584797

Le Paludi di Hesperia, Manfredi

Scritto da: il 05.01.10 — 1 Commento
Molti scrittori si sono cimentati in interpretazioni più o meno valide dell’Iliade, romanzando in modo più o meno valido la caduta di Troia. Che io sappia, però, pochi si sono confrontati con i Nostòi, ovvero i ritorni degli eroi greci dopo dieci anni di battaglia. Odisseo e Agamennone a parte, il cui destino è universalmente noto, mi sono chiesta spesso che fine avessero fatto gli altri: Menelao e Diomede, per esempio, oppure Pirro, il crudele figlio di Achille. Una risposta convincente mi è stata data da Valerio Massimo Manfredi, professore ed archeologo, nonché autore di una bella saga su Alessandro Magno e di innumerevoli altri romanzi tra cui, appunto, Le Paludi di Hesperia, edito da Mondadori. La vicenda segue in particolar modo l’eroe Diomede, re di Tebe, dalla notte della Conquista al ritorno a casa, dove scopre che l’amata moglie Egialea ha accolto un altro nel suo letto e si prepara ad assassinarlo. Non resta dunque che  una fuga disperata e precipitosa verso la penisola italica, dove – sorpresa! – il guerriero ritrova il rivale di sempre: Enea, l’unico principe troiano scampato al massacro. L’antico odio tra i due non si è sopito, ma la situazione è molto diversa: la terra di Hesperia è inospitale per entrambi e le popolazioni locali non accettano facilmente gli invasori. Inoltre, né Enea né Diomede hanno più alle spalle un potente esercito: devono superare da soli, o quasi, l’aspra lotta per la sopravvivenza e la gloria di un tempo è solo un ricordo, sostituito da fame, stanchezza, disperazione. Lo stile di Manfredi richiama il respiro epico dei poemi, pur nella modernità del linguaggio, che evita al romanzo di scadere nel noioso. I personaggi restano permeati della grandezza regalata loro da Omero e Virgilio: sono uomini in balìa di eventi più grandi di loro, calati in una realtà a ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple