Tutti gli articoli su 8821502392

Penny Parrish, Lambert

Scritto da: il 28.04.09 — 40 Commenti
Quando sono triste c’è un’unica lettura capace di tirarmi su il morale: si tratta di un vecchio romanzo di quelli che venivano regalati alle “signorine” ai tempi di mia mamma. Il titolo è Penny Parrish – In America si vive così , di Janet Lambert (Edizioni Paoline). Che cos’ha di speciale questo libro, da far sì che io gli abbia affidato questo grande potere? Provo a spiegarvelo, anche se temo che per alcuni di voi potrebbe rivelarsi una lettura un po’ stucchevole. Siamo negli Stati Uniti, negli anni’30: Penny Parrish è una quattordicenne figlia di un capitano militare di stanza a Fort Knox. È una ragazzina meravigliosa, con una famiglia numerosa e stupenda e un sacco di amici. La sua avventura comincia quando la coetanea Carrol, nipote di una vecchia conoscente, arriva alla cittadella militare per passarvi l’estate. Da questo punto Janet Lambert ci narra con tratto lieve e sempre frizzante l’adolescenza e la prima giovinezza delle due ragazze che diventeranno amiche per la pelle e supereranno un’incredibile quantità di ostacoli con coraggio e dolcezza. Carrol sposerà il bel fratello di Penny, David, mentre la nostra protagonista si lancerà in una sfolgorante carriera di attrice di teatro e troverà l’amore solo in Josh Mac Donald, bel tenebroso e regista delle sue commedie. Il punto debole, per un lettore odierno, è il modo in cui la famiglia Parrish viene descritta: non c’è nessuno che abbia un seppur minimo difetto. Sono tutti belli, buoni, simpatici e intelligenti. E così è per la maggior parte dei personaggi di contorno (persino la “cattiva” Louise è descritta come una sfolgorante bellezza). Alla lunga questo potrebbe stancare, ma…no, io non mi stanco mai di leggere e rileggere questa storia. La Lambert non si fa mancare niente: amori, amicizie, rivalità, drammi personali, separazioni e riconciliazioni, guerra e pace e il tutto ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple